Proraso - Ludovico Martelli, la ricetta per rivelare il “Figaro” che è in noi
Immagine
L’azienda fiorentina punta sui barbieri professionisti come testimonial dei propri prodotti e lancia l’Accademia italiana della rasatura: uno stile divita allo specchio

Proraso è il brand più noto, ma la gamma dei prodotti toiletries della Ludovico Martelli srl è vasto. Comprende il dentifricio Marvis, le diverse tipologie delle creme Kaloderma, e poi Oxy, una linea di prodotti per il corpo, la depilazione e la decolorazione, la linea di shampoo biologici Schultz. E tanti altri ancora. «Con Proraso e Marvis facciamo il 55% del nostro fatturato, che quest’anno supererà complessivamente i 53 milioni di euro» contro i 48 del 2015, una crescita quasi a due cifre. Giovanni Galeotti è l’amministratore delegato della società, e azionista al 20%. Il resto del capitale è nelle mani della famiglia Martelli, giunta ormai, con le sorelle Stefania e Laura, alla quarta generazione.

Una storia di azienda tutta familiare e tutta italiana, come accade spesso alle eccellenze dell’imprenditoria nazionale. Una storia di impresa di successo che non sente per ora il bisogno di investitori diversi da quelli della famiglia, né tantomenodella Borsa.Perora. Leprimetracce dell’aziendasono documentate nel 1908. All’epoca l’intuizione di Ludovico Martelli, il capostipite, fu quella di importare prodotti da toilette, per uomo e per signora, dalle prime grandi aziende tedesche.

Fu il figlio di Ludovico, Piero, a trasformare una fortunata azienda commerciale in una ancora più fortunata impresa industriale. La produzione è tutta ancora concentrata alle porte di Firenze; dallo stabilimento escono ogni anno otto milioni dipezzi dellediversegamme di prodotto. Un centinaio sono i dipendenti. E altri 20 risorse umane sonocoinvolte nella rete distributiva e commerciale. «Solo gli aerosol sono realizzati da terzisti – spiega Galeotti, che dal 1994 è nell’azienda fiorentina – che producono sulla base dinostre rigorose ricette». Le ricette del sapone da barba, come quello del dentifricio, o degli shampoo sono il know-how che l’azienda custodisce gelosamente, «pronta a cambiare, con nuovi processi, nuove materie prime e nuove miscele, ma sempre e solo per migliorare », aggiunge Galeotti.

Il tempo passato per dedicarsi a se stessi, spesso coincide con quello trascorso davanti a uno specchio, in bagno. Coccolarsi, curare se stessi, la propria immagine, ma non solo: la percezione che ciascuno ha di sé, è fatta di vista,maanche di olfatto e soprattutto di tatto. La pelle, direttamente o indirettamente, è l’oggetto delle attenzioni assicurate dalla gran parte deiprodottiLudovico Martelli srl.

Proraso è la linea più nota, più affermata, più consolidata. Nasce nel 1948, con Piero Martelli, e oggi comprende non solo tutto quanto serve primadella rasatura, per renderla rituale e piacevole, ogni mattina, ma anche – da un paio d’anni - una intera serie di prodotti per la cura della barba (olii, sieri, detergenti specifici). Insomma, che l’uomo abbia la barba o voglia rasarla quotidianamente, può godere dei prodotti Proraso. «Certo è che per tradizione Proraso vuol dire barberia – racconta Galeotti – e vuol dire un gusto di negozio dove prendersi un po’ di tempo. Come la sosta per bere un buon caffè al mattino, o per chi fuma, il momentodi accendere laprima sigaretta».
È su questa tradizione molto italiana, e molto esportata fuori dall’Italia, come un made in Italy del costume, oltre che della produzione, che è fiorita e rifiorita la comunicazionedel brand. All’estero viene sviluppato circa il 20% del fatturato, soprattutto di Proraso.«È stato proprio viaggiando nei nostri mercati di riferimento, Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e tutto il Nord Europa – racconta Galeotti – che abbiamo visto con piacere che la linea Proraso era immancabile nelle barberie più belle e più curate. Da qui è nata l’idea di proporre a barbieri in carne ed ossa di diventare testimonial autentici di questo pezzo di made in Italy, forse meno eclatante,mamolto radicato e diffuso ». Qualità professionale dei prodotti, italianità storica della marca: sono questi i due ingredienti della linea Proraso, che ormai è diffusa anche nei canali della grande distribuzione, per chi non ha più l’abitudine della barberia, ma non vuole rinunciare al piacere della rasatura.

NESSUNA ESTEROFILIA
La scelta dei testimoniale stranieri, per parlare al mercato italiano, non è esterofilia, ma la scelta di sottolineare un pizzico di orgoglio di italianità. Senza turbare il mercato, scegliendo e quindi preferendo il barbieredi Asti enonquello di Napoli.O viceversa. “Per i barbieri italiani abbiamopensato auna specificamodalità di coinvolgimento – aggiunge l’ad di Ludovico Martelli srl – abbiamo realizzato l’Accademia italiana della rasatura. Una iniziativa unica nel nostro mercato”. Il progetto è stato presentato lo scorso mese di settembre, conunobiettivo molteplice: quindi fare formazione, ma anche fare networking tra i barbieri e le barberie d’Italia, e realizzare anche tramite il sito un censimento dei luoghidoveandareafarsi labarbae i capelli per rilassarsi. Qualcosa che ricorda il ritorno dello slow food e un po’ il gusto del lusso che si associa almondodella moda. «Sì, un po’ slow e un po’ fashion – annuisce Galeotti – un misto di piacere, nel dedicarsi tempo e coccole, e lusso. D’altronde quale altro lusso c’è se non dedicarsi del tempo?».

UNO STILE DI VITA
La linea di prodotti Proraso vuole regalare “buon tempo” agli uomini semprepiù attenti a se stessi, alla loro fisicità, al benessere che deriva dal non essere sempre di corsa, in preda del tempo altrui. Come ogni eccellenza imprenditoriale nazionale, anche lo sviluppo dei prodotti della Ludovico Martelli srl è orientato da uno stile di vita. Italiano. Old style? Anche. Ma senza cadere nell’inganno che vecchio stile non voglia dire ossessiva ricerca e innovazione. «L’innovazione attraversa tutta l’attenzione della nostra azienda – continua Galeotti – nella ricerca di nuovi prodotti, nella sperimentazione di nuovi processi produttivi, con macchine costantemente all’avanguardia, nella migliore soluzione di packaging, nell’aggiornamento delle reti e delle modalità distributive, nella logistica. Innovazione è un mantra obbligatorio per un’azienda che voglia preservare il vero sapore della tradizione. Il piacere che devono assicurare i nostri prodotti cambia con il cambiare del tempo e delle persone. Così cambiamo noi. Consuccesso. Da oltre cent’anni».

Innovazione vuol dire anche obiettivo di crescita costante, per linee interne, vista la crescita continuadel fatturato,masenza escludere la strada delle acquisizioni, «laddove ci siano prodotti o aziende sinergiche con il nostro approccio al mercato» conclude Galeotti. Che non esclude alcun mercato dall’orizzonte di crescita: se la maggiore forza, oltre a quello italiano, viene dai mercati occidentali più ricchi, ci sono segnali di crescita sensibile in tutto l’Estremo Oriente, con in testa la Cina.Mauna forte attenzione anche al Medio Oriente e ai suoi mercati ricchi, attenti al lusso italiano. Un lusso è la rasatura, così come, nei Paesi dove la barba è tradizione, lusso è un trattamento adeguato alla barba. Da Londra, NewYork, Mosca o Lisbona, la nuova frontiera sono gli Emirati arabi. Per i quali made in Italy potrebbe voler dire una cura speciale della barba più curata, più morbida, più elegante.


Proraso - Ludovico Martelli
Via Faentina n° 169/12 - 50014 Fiesole (Firenze)
AMMINISTRATORE DELEGATO: Giovanni Galeotti

​Clicca qui per leggere le altre eccellenze

 
2016-12-01 12:11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO