Alitalia, oltre 2.000 esuberi nel piano. Tagli agli stipendi intorno al 30%. Il 5 aprile sciopero di 24 ore
Immagine
Nel piano industriale di Alitalia sono previsti 2.037 gli esuberi per il personale di terra. Lo si apprende da fonti sindacali. Le organizzazioni dei lavoratori hanno risposto immediatamente con la proclamazione di un giorno di sciopero per il 5 aprile. «Confermiamo lo sciopero, che sarà unitario e sarà il 5 aprile, l'unica data possibile, di 24 ore», ha detto Claudio Tarlazzi della Uiltrasporti.

Gli esuberi nel personale di terra riguardano sia lavoratori a tempo determinato che a tempo indeterminato: 1.338 a tempo indeterminato, 558 a tempo determinato e 141 nell'estero. A questi si aggiungerebbero 400 naviganti per i quali la solidarietà difensiva scade a dicembre. L'azienda, secondo quanto si apprende, ha chiesto anche tagli salariali del 28% per i piloti medio raggio, 22% per i piloti lungo raggio e 32% per gli assistenti di volo.

Nel piano presentato da Alitalia ai sindacati, secondo quanto si apprende, sono previste «fino a 500 assunzioni» di personale navigante fra piloti e assistenti di volo dal 2019. È inoltre previsto l'ingresso in flotta di 8 nuovi aeromobili di lungo raggio fra il 2017 e il 2021. La compagnia prevede anche di potenziare il lungo raggio con l'apertura di una decina di nuove rotte e destinazioni.

Il piano è stato illustrato ai sindacati dall'amministratore delegato della compagnia Cramer Ball. Non era presente Luca di Montezemolo, mentre c'era Luigi Gubitosi, nuovo presidente in pectore. Secondo quanto riferito dai sindacati, proprio Gubitosi ha rivolto un richiamo al senso di responsabilità di tutti invitando ad affrontare la vertenza e la fase di rilancio in corso restando il più uniti possibile.

«Quello presentato è un piano negativo, non di sviluppo ma di corto respiro», sottolinea Emiliano Fiorentino, segretario nazionale della Fit Cisl. Oltre agli esuberi, spiega l'esponente sindacale, «il piano prevede un taglio di 20 aerei a medio raggio e non contiene quel grande sviluppo sul lungo raggio che invece era atteso. Nell'arco di piano, infatti, saranno complessivamente solo otto gli aerei in più, invece dei previsti 25».

«Per come si prospetta, il piano è insostenibile», ha sottolineato Tarlazzi. «Un piano - ha detto - che non prevede sviluppo ma solo un ridimensionamento forte, con tagli alla flotta, occupazioni e salari. Se verrà confermato, il nostro giudizio non potrà che essere molto negativo e richiederà risposte molto forti da subito e una mobilitazione da parte del lavoro». Per Tarlazzi, inoltre, «la crisi non può essere imputata al fattore lavoro e non può essere quindi scaricata la responsabilità sul sindacato».
2017-03-17 14:56:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



13 commenti presenti
1 2
Beh.....almeno con gli aerei non c'è il rischio di incappare in cavalcavia pericolanti. L'ennesimo successo di Calenda? Come sempre mitici al PD.
Commento inviato il 2017-03-17 15:06:18 da Pruflas_
Signor TUSCIA (17:59), sorvolo sulla sua maleducazione e basso QI e le chiarisco il concetto. L'Alitalia e' un'azienda con un organico eccessivo e soprattutto, come molte altre aziende partecipate, piena zeppa di raccomandati e quindi di incapaci e scansafatiche. Ribadisco che l'attuale personale (dai vertici alla base) va licenziato e sottoposto a nuovo colloquio per l'assunzione, e solo i meritevoli dovranno essere riassunti. Per garantire che questo processo venga fatto nella piena legalita' e trasparenza si dovra' fare ricorso ad una societa' di HR straniera. E tutto questo va fatto il piu' presto possibile, perche' ogni giorno in piu' di Alitalia significa un aumento del suo deficit che poi dobbiamo pagare noi cittadini. E a me di pagare raccomandati e scansafatiche proprio non va.
Commento inviato il 2017-03-18 14:01:15 da maurizio macold
questo signormaurizio marcold continua con le sue farneticazioni dimenticando che dal 2008 sono state mandate via 10000 persone...lavoratori e ricordargli che il top dell'imprenditoria italiana (non i lavoratori) prese le redini di una compagnia, la cai, nuova e senza debiti!!! chi dovrebbe gestirla ora lui? il signor marcold?chi ha fatto le scelte strategiche ? chi ha perseverato con gli sprechi con un costo del personale calato del 31%......?
Commento inviato il 2017-03-18 11:28:47 da bike
Ma quanti scioperi ha fatto l'Alitalia negli ultimi dieci anni? E si continua a salvare e quin di a negare l'evidenza di una società fallita dieci volte.
Commento inviato il 2017-03-18 08:34:56 da Janlul
Maurizio Macold ore 17:02.Mi associo al 100% al commento di Tuscia 48.Anch'io vorrei rsponderle a tono ma non e' nel mio stile offendere la gente.D'altro canto considerando le sue simpatie politiche per chi sta distruggendo l'Europa e l'Italia non c'e' da stupirsi del suo commento. La cosa positiva di tutto questo e che i commenti di gente come lei mi fanno sempre di piu' capire per chi votare alle prossime elezioni.Sempre se i suoi democratici beniamini ci consentano di poterlo fare.Ossequi.
Commento inviato il 2017-03-18 01:36:56 da TonyGiampy
Sono sicuro che tra i 2000 ci sono almeno tutti i dirigenti e funzionari attuali che non sono in grado di gestire una azienda. O pagheranno sempre i piu indifesi?
Commento inviato il 2017-03-17 20:15:23 da azriel5150
credo che la drastica soluzione proposta da Maurizio possa essere una cura razionale semmai se fosse stata intrapresa qualche tempo fà ora ne potremmo vedere i frutti mentre Alitalia è costata parecchi miliardi di euro che se fossero stati investi nella protezione del territorio avrebbero potuto creare posti di lavoro, salvare vite umane e creare ricchezza invece.............
Commento inviato il 2017-03-17 19:40:13 da 1pier
perche nessuno ci dice a quanto ammonta lo stipendio dei dirigenti alitalia,e di quello di montezemolo ,restato deluso da non poter mettere le mani sulle olimpiadi
Commento inviato il 2017-03-17 19:30:29 da franchino1
Finalmente si sta leggendo un qualche cosa di buono. Rinforzare il lungo raggio e da tempo che io chiedo questa decisione,8 Auereomobili in 4 anni. Signori miei, il lasso di tempo è troppo lungo, e poi 8 aerei sono troppo pochi.Insomma o questa gente dorme o non capisce nulla di questo vettore. In un recente passato si era parlato di 25 nuovi aerei per il ""LR"" e questo in 4 anni.Ora c e nè sono solo 8 e questo anche in 4 anni. Nè avremmo in totale 31 e questo alla fine del 2021.Nuove assunzione di personale di volo,500 persone tra piloti e assistenti di volo e questo dal 2019.In queste condizioni non si va da nessuna parte. Il programma messo sul tavolo è troppo debole per sopravvivere.Buonanotte Alitalia. Siete tutti dilettanti.Come sono felice che mio figlio abbia scelto la Lufthansa piuttosto che Alitalia.Anche se all alitalia avrebbe come pilota guadagnato di più.
Commento inviato il 2017-03-17 18:09:25 da mario da francoforte
Quando una società è marcia dalla testa va azzerata Già abbiamo pagato i costi della bad company grazie a Berlusconi e oggi grazie ai sindacati che si metteranno di mezzo dovremo pagare anche ancora Il buon Luca Cordero di Montezemolo fa il grande gesto di dimettersi da presidente ma rimane a prendere il gettone da consigliere di amministrazione in attesa che lo mandino a rovinare un'altra azienda e il sindacato pur di non accettare stipendi e normative più in linea con le altre grandi compagnie aeree preferirà farla fallire, gli arabi hanno si tanti soldi ma non sono scemi
Commento inviato il 2017-03-17 18:02:17 da marvel125
Secondo il consiglio del sig.Malcold si divrebbero licenziare tutti i dipendenti della compagnia e assumerne nuovi, quindi mettendo in mezzo alla strada intere famiglie! Ma lei come può proporre simili oscenità, e come si permette, o meglio con quali criteri si può asserire una simile proposta che sa tanto di egoismo misto a cattiveria e forse anche a puro egoismo, anziché proporre il contrario ed essere a favore dei lavoratori, lei giustamente, perché firse non ha problemi seri a cui pensare, la butta li consigliando il lucenziamento! Ma si vergogni, lei oltre D essere un incompetente, è un soggetto che non ragiona ma da sicuramente i numeri!
Commento inviato il 2017-03-17 17:59:30 da tuscia48
L'Alitalia e' un'azienda marcia dai vertici alle basi e sa produrre solo debiti. Purtroppo ci stiamo portando ancora dietro scelte sbagliate fatte dal governo Berlusconi. L'Alitalia va azzerata e rifondata: intendo dire che l'organico attuale va licenziato e vanno rifatte le assunzioni da parte di una societa' di HR e management straniera, e vanno trovate alleanze con altre compagnie aeree per condividere rotte e scali.
Commento inviato il 2017-03-17 17:02:46 da maurizio macold
maurizio macold 14,01........ Con le raccomandazioni mi sembra che lei abbia un poco esagerato. Certamente ci sono eccome ci sono. Però riguardo i piloti, l Alitalia fa una selezione rigorosa paragonabile a quella della Lufthansa.Questo detto da mio figlio che è molto inoltato in questa materia, in quanto ha esperienze personali.Riguardo il servizio Alitalia non posso prendere posizione, in quanto volo Lufthansa,inquanto posso usufruire di un certo sconto.Saluti.
Commento inviato il 2017-03-19 22:21:21 da mario da francoforte
1 2
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO