Bollette, rincari da gennaio: +5,3% per l'elettricità, +5% per gas
Immagine
Dal prossimo primo gennaio la famiglia tipo registrerà un incremento del +5,3% per le forniture elettriche mentre per quelle gas del +5%. È quanto prevede l'aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori nei servizi di tutela comunicate dall'Autorità per l'energia sottolineando che per l'elettricità è stato decisivo l'incremento dei prezzi all'ingrosso e dei costi per adeguatezza e sicurezza mentre per il gas arriva il previsto effetto invernale.

Nel dettaglio, spiega l'Authority di settore, l'aumento per l'energia elettrica è determinato dalla crescita dei costi di approvvigionamento, che contribuisce per circa +3,8% alla variazione complessiva della spesa per il cliente tipo. Rincaro che al suo interno comprende la variazione del +1,3% dei costi di acquisto, del +1,2% circa dei costi di dispacciamento e del +1,3% circa della componente di perequazione per il recupero tra costi di approvvigionamento attesi e quelli reali registrati nei trimestri precedenti.

Il rialzo degli oneri generali di sistema contribuisce al +1,9% sulla spesa del cliente tipo, determinato per intero dalla variazione della componente degli oneri generali per la copertura degli incentivi alle imprese a forte consumo di energia, mentre sono stabili tutte le altre componenti. I rialzi sono controbilanciati in parte dal calo delle tariffe di trasmissione, distribuzione e misura, -0,5% sulla spesa del cliente tipo. Si arriva così al +5,3% finale per la spesa complessiva del cliente tipo. La variazione del gas è invece sostanzialmente legata alla crescita della componente "materia prima", cioè all'aumento delle quotazioni del gas attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, anche per effetto della maggiore domanda dei mesi invernali. Incrementi all'ingrosso che sono influenzati anche dalla riduzione del 50% della capacità di utilizzo del gasdotto TENP (il gasdotto che collega i giacimenti olandesi all'Italia) per manutenzione.

Un leggero incremento, afferma l'Autorità, è dovuto anche alla componente relativa al trasporto. Aumenti in parte controbilanciati dalla riduzione, con il suo azzeramento, della componente per la gradualità nell'applicazione della riforma delle condizioni economiche del servizio di tutela. Riforma che mantiene legato l'aggiornamento dei prezzi di tutela ai prezzi all'ingrosso del maggior mercato gas europeo (il TTF olandese), ancora più stabile rispetto al mercato italiano, pur in sviluppo, tutelando i consumatori da eccesive oscillazioni.

L'aumento dell'elettricità è in sintesi legato ad una serie di fattori concomitanti (ben 9), tutti al rialzo, che hanno portato ad una decisa crescita dei prezzi all'ingrosso nell'ultimo trimestre (+20% del Prezzo Unico Nazionale solo a novembre rispetto ad ottobre): la ripresa dei consumi (+1,6% la domanda elettrica in Italia nei primi 11 mesi del 2017), da confermare nel 2018, positiva come segno della ripresa delle attività produttive, ma con l'effetto parallelo di una risalita dei prezzi all'ingrosso; l'indisponibilità prolungata di alcuni impianti nucleari francesi, con una crescita delle quotazioni dell'elettricità all'ingrosso nel mercato d'oltralpe, che influenza al rialzo anche quello italiano e ne riduce i volumi importati dalla Francia; alcune limitazioni nei transiti di elettricità nella rete italiana, soprattutto nel Sud-Italia, comportando una riduzione complessiva dell'efficienza del sistema; la minore disponibilità della generazione idroelettrica nazionale per la scarsa idraulicità del periodo (il 2017 è l'anno più "arido" degli ultimi 200 anni), sostituita dalla più onerosa produzione delle centrali a gas; l'aumento stagionale dei prezzi all'ingrosso del gas a livello europeo (e quindi anche italiano) che ha contribuito a far innalzare i prezzi elettrici.
2017-12-29 09:40:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



21 commenti presenti
1 2 3
Certamente queste sono le "riprese" in salita di cui vanno cianciando Gentiloni, Mattarella e il super Mario Draghi, solo Mario e ben poco super. Gli aumenti dei prezzi in molti settori. Dovrebbero essere più chiari nelle loro esposizioni di fasulli miglioramenti. Infatti gli italiani .... non ne vedono, ne oggi, ne al' orizzonte.
Commento inviato il 2017-12-29 10:13:57 da egocentrico
ultima PORCATA del pd del 2017.....si spera...ecco spiegato aumento contratto statali,,,resto popolo pecorone non ha forza e unione per rivoltarsi
Commento inviato il 2017-12-29 12:48:30 da fatti neri
Però ci hanno aumentato la pensione di !0 euro al mese, per fortuna che hanno chiuso bottega, speriamo che arrivi qualcuno che pensi ai lavoratori, ai pensionati, ai disoccupati e a quelli che stringono la cinghia per mantenere in piedi la baracca e magari dedichino più attenzione agli italiani!
Commento inviato il 2017-12-29 13:11:10 da sandro it
Parlano di un aumento annuale di circa 960 euro....Grazie a chi dice che l'Italia è uscita fuori dal baratro, tunnel, galleria, ecc.ecc. Stanno ammazzando il ceto medio-basso ed i pensionati sotto i 1.000 euro mensili, e poi pretendono che qualcuno li voti....!!! E' solo vergognoso...
Commento inviato il 2017-12-29 13:50:12 da paoluccio46
Il petrolio e’ quotato in dollari. Non ho visto riduzioni dei prezzi di gas ed elettricità da quando il cambio dollaro/euro e’ passato da 1.05 a 1.19. Gli aumenti subito, i ribassi mai.
Commento inviato il 2017-12-29 16:32:16 da robertosinga
E' opportuno che il governo anche se in chiusura si debba far carico di questi aumenti reintegrandolo sulla tassazione.
Commento inviato il 2017-12-29 17:13:18 da lugar1
@paoluccio46 hai ragione, ma non vedo perchè dovrebbero votare chi ha fatto abolire reato di immigrazione che ci costano MILIARDI,,,,,tu ne sai niente?
Commento inviato il 2017-12-29 19:19:29 da fatti neri
...ecco spiegato perchè le letture presunte erano cosi basse....adesso vorrei capire come faranno a sapere da quando iniziare a conteggiare i consumi con le nuove tariffe ! Cioè da che numerazione riportata sul contatore del gas e dell'acqua. Quello della corrente è rilevato istantaneamente .
Commento inviato il 2017-12-29 23:45:13 da Antonio Fratini
Ennesima "rapina"da parte di questi ladri.vedremo chi ancora vi darà il voto.
Commento inviato il 2017-12-30 20:38:37 da lv1963
Ladri criminali, si sta realizzando il captive demand. Siamo ormai destinati ad essere i nuovi plebei...
Commento inviato il 2017-12-29 12:47:22 da sognatore romanista
La materia prima non rincara, ma come avviene sovente in Italia, meglio anticipare che deficere. LADRI! Voglio un tribunale popolare per giudicare politici e magistrati tutti, unici veri "rei" di quanto accaduto alla Nazione Italia e ai suoi cittadini, dall'introduzione dell'euro e l'entrata (truccata da Ciampi e Prodi) in Europa.
Commento inviato il 2017-12-29 12:28:11 da Domenico Proietti
attendiamo con fiducia la comunicazione dell'aumento delle autostrade. ogni inizio anno c'è sempre questa sorpresina senza alcun motivo. mai una volta che dicessero che diminuiscono i prezzi visto che hanno esagerato con i guadagni a scapito della comunità. ladri.
Commento inviato il 2017-12-29 12:12:59 da ramaja
Tasse mascherate da aumenti!!! Le bollette elettriche negli ultimi anni col le nuove tariffe "più eque" ha portato chi consumava poca energia ad aumenti dal 20 al 30%!!! Sempre a spremere le famiglie ed i più deboli mentre gli sprechi per corruzione e contratti faraonici agli amici rimangono intoccabili!!!! Parlando di aiuti alle famiglie numerose (con almeno tre figli) il reddito Isee per accedervi è di circa 8.500€ per cui questo aiuto l'avranno i rom, gli stranieri e chi lavora in nero mentre una normale famiglia italiana NON avrà alcun aiuto!!!!
Commento inviato il 2017-12-29 10:18:49 da rmazzol
Ma tranquilli,tanto abbiamo gli 80 euro del PD su cui contare.
Commento inviato il 2017-12-29 10:26:47 da hotanitaneo
Altre tasse nascherate! Ovvio che aumentando del 5% la fattura del gas ed elettrica anche l'iva su tale importo aumenterà, portando altri soldi facili nelle casse del governo. Del resto i soldi per assistere e mantenere migranti e rom da qualche parte devono prenderli. Mentre per le famiglie italuane nulla, poiché basta uno stipendio da 1000€ al mese per npn aver diritto a nessun bonus o altra firma assistenziale. Anche le case popolari, costruite con le nostre tasse, vengono date a chi di tasse non ne ha mai pagate perché profugo, e quindi con reddito nullo o bassissimo. Bella l'Italia. ..nbasta non essere italiano!
Commento inviato il 2017-12-29 10:53:11 da skywalker58
Aumenti scandalosi per i quali non c'è alcuna giustificazione. A quando il taglio netto dei vari amministratori delegati, presidenti , consigli di amministrazione di queste società, a partire da Enel per finire alla varie società di servizi quotate in borsa?
Commento inviato il 2017-12-29 11:03:02 da ghorio di roccaforte
Uno schifo. Questi oligopoli, insieme a servizi e professioni, mungono il paese distruggendo redditi e contribuendo ad impoverire il popolo italiano.
Commento inviato il 2017-12-29 11:09:17 da minnamor
Altro "pizzo"insieme agli oneri di sistema per mantenere i vari parassiti che ricoprono incarichi e poltrone .
Commento inviato il 2017-12-29 11:13:26 da farnco52
Ecco come sarà speso l'aumento di 50 euro nette in busta paga derivato dal rinnovo del contratto dei dipendenti statali ....lo sapevo che sarebbe stata una presa in giro come sempre...danno 10 con una mano e tolgono 100 con l'altra mano ..e il potere di acquisto rimane sempre lo stesso anzi peggiora!
Commento inviato il 2017-12-29 11:30:01 da il_pensatore
anche questo servirà per non dare mai più il voto a sinistra, qualsiasi sinistra
Commento inviato il 2017-12-29 11:32:02 da 30597
1 2 3
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO