Crescita peggio del previsto il Tesoro pronto a correre ai ripari
Immagine
di Michele Di Branco e Umberto Mancini
Parola d’ordine: nessun problema. Ma dai corridoi del Tesoro un pizzico di sana preoccupazione per la crescita che rallenta filtra comunque. «Verificheremo alla luce dei nuovi dati la situazione e, se c’è uno scostamento rispetto al Def, troveremo un aggiustamento» ribadiscono con calma in queste ore in Via XX Settembre, tenendo la linea rispetto a quanto affermato dal ministro Pier Carlo Padoan. Però è innegabile che il dato diffuso dall’Istat sia stato una doccia fredda. «Non dobbiamo farci impressionare da un decimale in più o in meno, altrimenti diventiamo schizofrenici» ha rassicurato il viceministro all’Economia Enrico Morando.


CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



2016-02-13 20:58:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



11 commenti presenti
1 2
Questo corso finanziario ere previsto da diversi mesi. Non e una sorpresa. Solo che noi in Italia in questa dimensione non la si voleva vedere. Finalmente ora anche l Italia vede la realta dell oggi.Cosa dice Padoan? ""Pronti a correre ai ripari""" Ma mi chiedo quali ripari. Cosa scrive oggi il periodico domenicale carta della Bild Zeitung ""BILD AM SONNTAG"" sul problema Italia,che conduce contro l Europa, che voglio riportarne esattamente il titolo.ITALIEN KÄMPFT EINEN VERLORENEN KAMPF""" Tradotto "" L`Italia conduce una battaglia gia persa"" Non voglio commentare l articolo,altrimenti verrei ancora una volta censurato.Vedete voi signori redattori, fate certamente il vostro lavoro e noi non vogliamo criticarlo pero, ci sono molti pero.Noi scriviamo e voi non pubblicate in gran parte i post scritti.Questo e molto deludente.Sono diversi anni che sono ospito di questo quotidiano.Ultimamente ho notato di dover scrivere i post con la dovuta benevolenza della situazione, trascorando un pocchetto la vita reale.Scusate questo mio sfogo.Io con i miei post non ho mai offeso nessuno, non sono mai entrato nel personale e purtroppo vedo spesso i miei post non pubblicati.Chissa perche.Buon lavoro.
Commento inviato il 2016-02-14 09:59:49 da mario da francoforte
L'essenza dell'articolo è allucinante. La crescita economica è bassa e allora si taglia la spesa pubblica. Ma questo vuole dire che la manovra fiscale è pro-ciclica, ossia amplia la crisi economica, invece dui essere anti-ciclica. Siamo al delirio ultra-liberistico contro ogni logica e dottrina economica.
Commento inviato il 2016-02-14 19:26:38 da minnamor
felipe (15:04:46) il governo aveva previsto una crescita del +0.9, ed in base a questa crescita ha fatto il DEF. Prima di scrivere sciocchezze informati.
Commento inviato il 2016-02-14 17:19:11 da rs1964
Crescita peggio del previsto! Scorretto dirlo in questa maniera. Semmai scrivere che la crescita vi è stata, ma MENO di quanto AUSPICATO dal Governo. AUSPICATO E NON PREVISTO. E' questo il modo di rappresentare i fatti. La ripresa ORA c'è, mentre prima non c'era, è ben dirlo ad alta voce; e non c'è stata per diversi anni. La macchina si è mossa, anche se lentamente. I risultati di questo movimento sono evidenti, e non ammetterlo è poco onesto. Renzi sta dando il massimo, di certo non si risparmia. Chi ha fatto di meglio di Renzi? Berlusconi, Monti, Letta? Non fatemi ridere!
Commento inviato il 2016-02-14 15:04:46 da felipe
QUESTO GOVERNO continua a fare la vecchia politica dei tagli e delle tasse. Tagliare è come tassare meno provvidenze significa meno disponibilità di denaro per i ceti più bisognosi se poi si aumentano le tasse come sempre si è fatto colpendo i più poveri alla fine avremo impoverito il Paese in generale e poi le classi più deboli in generale. Se si vupole tassare si tassino i redditi alti che hanno un bel po' di surplus nel loro tenore di vita
Commento inviato il 2016-02-14 14:55:08 da giulioconsole1
Padoan dice: «Non dobbiamo farci impressionare da un decimale in più o in meno, altrimenti diventiamo schizofrenici» Io invece dico: meglio essere un onorevole schizofrenico a 20.000 euro mensili + contorni vari che un disoccupato la fuori senza lavoro, senza soldi e senza casa. Padoan "qualcuno che vuol fare cambio li al palazzo? Continuate cosi cari onorevoli del palazzo delle continue balle, schizo o non schizo e da 8 anni e ancora non vi siete resi conto che far parte di questa Ue e moneta contornata anche dalle vostre avide spreconerie e cecita', la nave italia l'avete ridotta piena di buchi e quindi adesso e' alla completa deriva, e quando una nave e' alla completa deriva da ben 8 anni e' tutta questione di giorni o mesi e andra' a fondo, e la colpa e' tutta vostra, dei governi precedenti e di tutta la classe politica di destra e di sinistra perche siete stati tutti un branco di menefreghisti. Un consiglio, invece di chiaccherare ipocritamente ogni giorno sulle inutili unioni civili, iniziate urgentemente una giusta equa politica fiscale e della distribuzione della ricchezza del paese, e assolutamente tagliare su tutto cio che e' sulla lista delle vostre ben conosciute spreconerie. Non avete capito, ho capito!
Commento inviato il 2016-02-14 13:36:25 da vasfran
questi politici vivono nella montagna russa di dati economici e non stanno con i piedi per terra, grazie ai soldi pubblici, i nostri.un esempi eclatanti vengono dalle dichiarazioni di personaggi come dini che si infervorano quando giornalisti come giordano gli ricordano quanto loro percepiscono di pensione
Commento inviato il 2016-02-14 12:31:58 da fatti neri
Checché i governanti continuino faticosamente a barare, siamo già in banca-rotta e la nave condotta da questi valorosi Schettino approderà al default.
Commento inviato il 2016-02-14 11:11:27 da carlozen
Crescita peggio del previsto......ma che prevedono questi "ciarlatani"? Ma dove vivono? Forse in un altro paese, forse in un altra realtà! La situazione è la peggiore dal dopoguerra. In nome dell'Euro e dell'Europa tagliano tutto a iniziare dai servizi fino agli stipendi, si vendono le proprietà dello Stato, . In pratica siamo alla bancarotta, checchè ne dicano questi ciarlatani e imperterriti, annunciano più volte che l'Italia è ripartita o ripartirà! Per dove e quando ancora non è dato sapere! Poveri noi!
Commento inviato il 2016-02-14 10:22:47 da Marco_Aurelio
Ma come, non era tutto a posto? Lavoro per i giovani, lavoro per i 40enni case scuole economia ripartita...... Ed invece anche Renzino racconta frottole, io lo sapevo Voi?
Commento inviato il 2016-02-14 10:19:59 da franzjoe
Da anni si assiste ad errori nella previsione della crescita, questo secondo il mio parere è causato da un dato di fondo, si tagliano sempre i fondi ai ministeri, cioè a quello che è lo Stato, viceversa non si intaccano minimamente le Regioni e i Comuni, che rappresentano il vero cancro del Paese, a partire dalle assunzioni clientelari, agli appalti, alle consulenze.
Commento inviato il 2016-02-14 19:46:25 da salento46
1 2
CERCA
TUTTOMERCATO