Deutsche Bank, via all'acquisto di obbligazioni proprie per 5 miliardi
Immagine
 Il gruppo bancario tedesco Deutsche Bank ha comunicato il riacquisto di emissioni obbligazionarie in euro e in dollari per un importo complessivo di poco meno di 4,8 miliardi di euro. In particolare, si spiega in una nota, l'operazione riguarda cinque emissioni in euro, per un importo massimo di 3 miliardi di euro, e otto in dollari, per un importo massimo di 2 miliardi di dollari (per la precisione 1,77 miliardi di euro).

La maxi operazione di riacquisto era stata anticipata mercoledì scorso dal Financial Times e aveva di fatto denunciato lo stato di preoccupazione dei vertici dell'istituto per il tracollo in Borsa che nei primi 40 giorni dell'anno aveva bruciato il 40% della capitalizzazione.

La decisione del board della principale banca tedesca fa seguito alle pressioni della Bundesbank e della Bafin (la Consob tedesca) per una pronta iniziativa dell'istituto onde evitare che il pessimo andamento del titolo possa accentuare l'effetto domino che da settimane condiziona il listino di Francoforte.

Va anche precisato che su Deutsche Bank da qualche giorno è acceso un faro straordinario della Bce, preoccupata a sua volta che il portafoglio dell'istituto, gonfio di titoli tossici, possa in qualche modo suggestionare la speculazione internazionale provocando turbolenze sul mercato non facilmente governabili.

Il buy-back serve dunque a ridurre la massa circolante dei titoli inibendo parzialmente le operazioni professionali al ribasso oltre, naturalmente, a dimostrare alle borse la solidità dell'istituto sotto il profilo della liquidità.    
2016-02-12 17:08:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA
promo
TUTTOMERCATO