Borse, effetto Draghi: Milano +1,63%, Tokyo +6%
Immagine
Borse europee ancora in rialzo dopo le rassicurazioni del presidente della Bce, Mario Draghi, che ha aperto alla possibilità di nuovi interventi a marzo per sostenere l'economia. Anche Tokyo chiude con un rimbalzo vicino al 6%. A Piazza Affari dopo un avvio in forte progresso l'indice guida Ftse Mib, arrivato a salire di circa 3 punti percentuali, chude con un rialzo dell'1,63%.

E' statp soprattutto il settore energetico (+5% l'indice Eurostoxx 600 di settore) a trainare i rialzi, con il prezzo del petrolio che ha confermato i segnali di recupero. A Piazza Affari ne ha beneficiato soprattutto Eni che ha mostrato una crescita del 3,35% a 12,97 euro. I titoli migliori, però, sono stati quelli legati al risparmio gestito come Anima Holding (+6,68%) e Banca Mediolanum (+6,53%). Mediaset (+4,74%) ha approfittato dell'effetto-Zalone con gli analisti che calcolano un impatto positivo di 15-18 milioni di euro sugli utili grazie al boom di spettatori dei film prodotti dal gruppo televisivo e in particolare da «Quo Vado?».

Bene anche Tod's (+3,7%) che ieri ha diffuso dati sui ricavi del quarto trimestre superiori alle attese, nonostante la frenata nell'area cinese.

Il settore bancario è stato contrastato. Al buon andamento di Mps (+2,74%), Bpm (+2,25%) e Intesa Sanpaolo (+1,8%) hanno fatto da contraltare l'andamento negativo di Unicredit (-0,15%), Bper (-1,12%), Banco Popolare (-5,01%) e Ubi (-4,71%). Ubi, in particolare, continua a pagare le preoccupazioni relative all'ipotesi che l'istituto si fonda con Mps. Fuori dal listino principale, balzo di Banco Desio (+14,68%) e nuove vendite su Carige (-6,62%).

Bene, infine, Rcs (+4,59%) nel giorno in cui il gruppo editoriale incontra le banche sul debito.


L'ondata di rialzi ha toccato anche le Borse di Asia e Pacifico, che hanno amplificato l'entusiasmo dei listini occidentali soprattutto a Tokyo (+5,88% in chiusura). In forte crescita anche Hong Kong (+2,9%), mentre hanno chiuso con maggior cautela Shanghai (+1,25%), Shenzhen (+1,46%), Taiwan (+1,2%) Seul (+2,11%) e Sidney (+1,07%). 



 
2016-01-22 07:36:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA
TUTTOMERCATO