Evasione, sottratti al Fisco oltre 120 miliardi: il governo punta sulle banche dati
Immagine
di Andrea Bassi
Sergio Mattarella rimette al centro del dibattito politico l’evasione fiscale. Una scelta, quella del Presidente della Repubblica, dettata sostanzialmente da due considerazioni. La prima è che l’evasione è un tema che Matteo Renzi non ha trattato nella sua conferenza di fine anno. La seconda è che da tempo ormai, il Quirinale è sommerso da lettere di cittadini che denunciano episodi di corruzione ed evasione. Ed in effetti si tratta di un’idrovora che ogni anno sottrae alle casse pubbliche 122...

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



2016-01-02 08:53:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



5 commenti presenti
Per far prendere il volo all'economia basterebbe diminuire l'IRPEF ai pensionati fino a 35.000 Euro. A me x esempio tolgono 400 euro su una pensione di 2.000 lordi. E' troppo. E' veramente troppo. Basterebbe togliere 200 euro al mese e la mia pensione aumenterebbe di colpo. Ci vuole molto a capirlo ??? Per recuperare i soldi persi basterebbe aumentare l'IRPEF alle pensioni più alte ed il gioco è fatto. Ci vuole molto a capirlo?? Ai posteri l'ardua sentenza.
Commento inviato il 2016-01-02 10:00:35 da casciotti
L'evasione fiscale non è colpa di chi evade, ma di chi fa le leggi che permettono l'evasione. Perché non viene applicato per tutti il sistema che dal totale della denuncia dei redditi si possono detrarre le tasse già pagate sugli acquisti fatti durante l'anno? Perché con i codici fiscali di chi vende e di chi acquista non possiamo essere tutti i controllori di tutti? Perché per ridurre le tasse non si elimina totalmente il carrozzone pubblico parassitario creato dal sistema clientelare? Il lavoro che manca? Non riesco a capire come si possa creare lavoro se si punisce chi lo crea. Si tassa la proprietà facendo passare il messaggio che deve pagare di più chi ha di più; ma la capacità contributiva sancita dall'art. 53 della costituzione, io credo che si riferisce a chi guadagna di più e non a chi ha di più.Non sta e non può essere scritto da nessuna parte che se uno ha un bene immobile e il suo guadagno gli permette mal'appena di vivere lo deve svendere per pagare la tassa imposta sull'immobile. La proprietà, la si può avere solo in tre modi, e credo che in nessun modo sia giusto tassarla. La prima si ottiene rubando anche non pagando le tasse sul guadagno; e quindi andrebbe confiscata invece di tassarla. La seconda si può avere dall'eredità; la terza è quella chi si acquista con quello che gli rimane dal guadagno dopo aver pagato le tasse. nelle ultime due non è onesto che lo Stato c'imponga il pizzo, che annulla la fantasia del fare che crea lavoro pagando pagandoci l'IVA.
Commento inviato il 2016-01-02 11:02:13 da 00013
Qualcuno pensa Veramente che cambiera' qualcosa circa l'evasione? in Italia??? ah ah ah...ma se il governo ha Abolito priprio ora la supertassa sulle barche !!! Chi possiede le barche? i pensionati forse???
Commento inviato il 2016-01-02 11:47:32 da paolob
E' dal 1947 che ci prendono in giro sull'evasione fiscale...Siamo riusciti, nel tempo, addirittura a dare qualche colpetto alla Mafia e sodali, ma l'EVASIONE FISCALE è rimasta sempre la stessa... E pensare che con tutti quei soldi si potrebbero risolvere tutti i proplemi italiani, a cominciare dalla pressione fiscale ( insostenibile, per chi le paga...). Ma i nostri politici, da sempre, non sentono ragioni. Non bisogna essere dei Geni, basterebbe COPIARE il sistema americano, dove se non paghi le tasse rischi la galera vera e non i domiciliari a Portofino... Ma è sempre mancata la VOLONTA' di farle le cose giuste. Dormi Popolo, dormi!
Commento inviato il 2016-01-02 12:12:26 da benza
alla fine dell'ultima seconda guerra mondiale ci fu un incontro e che incontro tra ex antifasciti "futuri governanti" e mafiosi che pretesero la loro parte per aver aiutato gli americani a sbarcare in sicilia. Un vecchio disse: "abbiamo eliminato un male ma ne nascera' uno ancora piu peggio", infatti, ed ecco perche' ci troviamo sempre impantanati di debiti fino al collo, negli imbrogli e nelle corruzioni di ogni genere ed in ogni campo. Tra buoni onesti intenditori poche parole. Finche non si estirpa completamente questa vecchia malefica, avida e ingorda ideologia dei partiti del proprio tornaconto non si esce mai da queste acque torbide che prima o poi portano a seri guai sociali.
Commento inviato il 2016-01-04 16:53:30 da vasfran
CERCA
TUTTOMERCATO