Generali, l'amministratore delegato Greco lascia
Immagine
Mario Greco lascia le Generali. Il colosso di Trieste ha comunicato in una nota che l'amministratore delegato ha informato in serata il presidente Gabriele Galateri della sua «indisponibilità ad un altro mandato come amministratore delegato» alla scadenza di quello attuale, prevista con l'assemblea di bilancio in calendario il prossimo 28 aprile. Greco, che approderà dal 1° maggio al gruppo svizzero Zuerich, ha manifestato la piena disponibilità a continuare a operare nella pienezza delle sue funzioni e nell'interesse delle Generali fino al termine dell'attuale mandato. Il presidente convocherà a breve il cda per una riunione informativa. 

Oggi in Borsa il titolo del gruppo assicurativo, dopo le voci sull'addio di Greco, è scivolato nel finale e ha perso il 3,1% a 14,15 euro.

La trattativa tra gli azionisti di Generali e Greco per il rinnovo del mandato del manager, in scadenza questa primavera, era in corso ormai da alcune settimane. Da tutti i grandi soci della compagnia poi si erano raccolte voci, ufficiali o informali, circa l'intenzione di confermarlo, anche dopo le prime notizie su un'offerta per portarlo a Zurich. 
Tra gli azionisti del Leone, anzi, si registrava un clima piuttosto sereno sull'esito della trattativa, tant'è che non sarebbe stato ancora individuato un suo possibile sostituto. Al momento, si apprende poi da alcune fonti, si esclude che alla base della volontà di Greco di lasciare le Generali ci possano essere dei contrasti sulla gestione della società. Interpellata sulle Generali, Mediobanca - primo azionista del Leone - non commenta. 

Secondo quanto si era appreso nei giorni scorsi nell'istituto di Piazzetta Cuccia si raccoglievano voci di comprensione per la possibile scelta personale di Greco, e pur auspicando che alla fine si potesse concordare un rinnovo, si segnalava anche che il manager alla guida delle Generali ha già realizzato gran parte delle richieste che gli sono state fatte dai soci, realizzando un importante turnaround. 

Zurich ha poi annunciato in una nota la nomina di Greco a capo della compagnia. Succede a Tom de Swaan, che aveva assunto l'incarico ad interim dopo le dimissioni di Martin Senn a dicembre. «Siamo lieti di dare il benvenuto a Mario Greco a Zurich dopo il suo incarico di successo a Generali», dichiara il presidente ad interim di Zurich Tom de Swaan. «Mario offre una combinazione rara di spirito imprenditoriale - aggiunge - una profonda conoscenza dell'industria e una comprovata esperienza come ceo che blocca la nostra ricerca del prossimo capo di Zurich. La sua personale comprensione della nostra società e della nostra industria e la sua esperienza come leader ne fanno un candidato unico per l'incarico».

Dalle prime indiscrezioni di metà dicembre quando il settimanale svizzero Bilanz dava il manager in corsa per il ruolo di capo di Zurich, Generali ha ceduto il 17,5% a fronte del -11,6% di Piazza Affari. In questi anni il mercato ha spesso scommesso sulla figura di Greco, in particolare nella prima parte del suo triennio alla guida della compagnia. Dall'annuncio dell'estate 2012 ai massimi raggiunti nel marzo dello scorso anno il titolo ha più che raddoppiato la capitalizzazione passando da 8,5 euro per azione a oltre 19 euro. Poi la correzione dei mercati ha investito anche la compagnia assicurativa che ha perso il 20% rispetto alle quotazioni di un anno fa. E negli ultimi due mesi le continue indiscrezioni sul possibile addio a Greco hanno ulteriormente indebolito il titolo.




 
2016-01-26 17:15:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
TUTTOMERCATO