Istat: crollo delle nascite in Italia, nel 2015 record minimo dall'Unità
Immagine
Nel 2015 le nascite sono state 488 mila (8 per mille residenti), quindicimila in meno rispetto al 2014. Si tocca così un nuovo record di minimo storico dall'Unità d'Italia, dopo quello del 2014 (503 mila). Lo rileva l'Istat nel Report sugli Indicatori demografici, diffuso oggi.

Nel 2015 i morti sono stati 653 mila, 54 mila in più dell'anno precedente (+9,1%). Il tasso di mortalità, pari al 10,7 per mille, è il più alto tra quelli misurati dal secondo dopoguerra in poi. L'aumento di mortalità risulta concentrato nelle classi di età molto anziane (75-95 anni). Dal punto di vista demografico, il picco di mortalità del 2015 è in parte dovuto a effetti strutturali connessi all'invecchiamento e in parte al posticipo delle morti non avvenute nel biennio 2013-2014, più favorevole per la sopravvivenza.

Nel 2015 centomila cittadini italiani si sono cancellati dall'anagrafe per trasferirsi all'estero. Un dato in aumento (+12,4%) rispetto al 2014. L'anno scorso, le iscrizioni anagrafiche dall'estero di stranieri sono state 245 mila; 28 mila, invece, i rientri in patria degli italiani. Le cancellazioni per l'estero hanno riguardato 45 mila stranieri (-4,8% sul 2014) e centomila italiani. La popolazione residente in Italia si riduce di 139 mila unità (-2,3 per mille). Al primo gennaio 2016, la popolazione totale è di 60 milioni 656 mila residenti. Alla stessa data gli stranieri residenti sono 5 milioni 54 mila (8,3% della popolazione totale), rispetto a un anno prima si riscontra un incremento di 39 mila unità. La popolazione di cittadinanza italiana scende a 55,6 milioni, conseguendo una perdita di 179 mila residenti. 
2016-02-19 11:44:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



12 commenti presenti
1 2
Paghiamo Opzione Donna perché nella vita le donne si dedicano alla famiglia e fanno i figli e poi non abbiamo i soldi per far rimanere i nostri pochi figli in questo paese, tutto il contrario di quello che si dovrebbe fare. Siamo destinati a scomparire sia economicamente che socialmente
Commento inviato il 2016-02-19 12:33:39 da francescos32
Mettere al mondo un cittadino italiano oggi è un atto di puro egoismo e follia. Vuole dire condannare un essere umano alla povertà e alla miseria per pochi anni di gioia da parte dei genitori.
Commento inviato il 2016-02-20 12:15:26 da minnamor
Con quale coraggio lo stato si lamenta della mancanza di nascite. Uno stato che non garantisce un futuro ai figli degli ITALIANI. I nostri figli servono a garantire le entrate (tasse scolastiche e quant'altro) fino al termine degli studi per poi essere scaricati non sono piu' risorse. Il futuro dei nostri figli sara' solo all'estero come professionisti, camerieri o lavavetri.
Commento inviato il 2016-02-20 10:36:22 da pasquino47
ORA SI DOVREBBE ABBASSARE l'età pensionsbile visto che l'aspettativa di vita sta diminuendo e poi si dovrebbe cancellare la legge sull'aborto che causa ogni anno migliaia di morti
Commento inviato il 2016-02-20 08:40:34 da giulioconsole1
ma chi ha voglia di fare figli in un paese così ? dove si va in pensione moribondi e non c'è futuro per i giovani ? i nonni non possono fare i nonni perchè devo lavorare e i giovani stanno a casa a cercare lavoro altro che fare figli !
Commento inviato il 2016-02-19 17:28:23 da superloco
x sonocarlo9001. Quoto in pieno. Vivo l'esperienza dei miei due figli, laureati a pieni voti, che hanno trovato un lavoro remunerativo all'estero (in Italia manco l'ombra) e dove pagano in tasse e contributi la metà di quello che pagherebbero in Italia. In più possono fruire di servizi e burocrazia efficienti. Non basteranno certo i figli degli omosessuali, surrogati con l'utero in affitto, ad invertire la tendenza.... Ma sembra che il Governo non si occupi d'altro. Bello schifo!!!
Commento inviato il 2016-02-19 17:17:53 da diverblu
E certo così giustifichiamo la "linfa" straniera che viene vigorosa a rinvigorire la malaticcia e cadente natalità italiana... magari accelerando con stupri e violenze... ma piantatela con sti' falsi problemi made in Europa...
Commento inviato il 2016-02-19 16:44:09 da ariano
Tasso di mortalità alto ?? Ma come ? Ci vogliono far lavorare fino a 70 anni per la cosiddetta aspettativa di vita !! Dicono che ormai si muore più tardi...infatti ..
Commento inviato il 2016-02-19 16:01:52 da PAKO
C'e' solo un modo per far invertire questa tendenza: agevolare in ogni modo possibile le donne che decidono di avere bambini. E non parlo di bonus una tantum, ma di supporto economico e di assistenza vera, cioe' di quella che si pratica con asili nido e scuole gratuite, pulmini per il trasposto dei bambini, tempo pieno per i figli delle coppie che lavorano, campi estivi, ecc. Altrimenti fra una o due generazioni gli italiani "doc" saranno una minoranza.
Commento inviato il 2016-02-19 14:53:20 da maurizio macold
Se il problema è che sono più i morti che i nati , non si può certo risolvere dicendo "facciamo venire gli immigrati " perchè loro figliano. Si deve capire il perchè e il perchè è CHIARISSIMO : c'è poco lavoro per i giovani, la vita è carissima , le tasse sono esagerate e troppe , le case comunali sono date agli immigrati che vincono nelle graduatorie reddito/figli perché lavorano in nero e fanno TROPPI figli per non parlare dei nostri laureati che sono costretti ad emigrare perchè in italia non sono considerati e l'istat ha detto che sono stati più di 100.000, queste sono le ragioni , basta raccontare balle per favorire l'immigrazione che ci deve pagare le pensioni future ma come con il commercio clandestino , la vendita di droghe o la criminalità ?
Commento inviato il 2016-02-19 14:42:54 da sonocarlo9001
Ma come si possono fabbricare esseri umani senza un lavoro sicuro e senza una casa? Comunque, non c'e' problema su questo, perche di questi tempi con tutti i prioritari problemi da risolvere nel nostro paese, non si parla d'altro in parlamento che di approvare la legge sulle unioni civili, quindi una volta approvata nasceranno in forma surrogata tanti poveri esseri umani destinati in altra forma a soffrire chi con du maschietti e chi con due femminucce, questo e' il grando fantastico futuro che ci aspetta, Le famiglie vere se ne vanno per far posto a quelle non tradizionali e ad una armata di milionii di africani. Roba da folli. Comunque e' da secoli che gli italiani se ne vanno da questo sempre instabile e adesso piu strano e corrotto paese, perche non c'e' mai stata sicurezza di un lavoro, quindi e' proprio questo quel che vogliono al palazzo degli imbroglioni che gli italiani se ne vadano e gli stranieri prendano il loro posto, cosi potranno vivere liberamente felici e contenti da tirannici padroni terrieri come nell'800, altro che democrazia.
Commento inviato il 2016-02-19 12:37:23 da vasfran
In Italia purtroppo per il sostenimento delle famiglie con figli, si fa molto poco, confrontandole con altri paesi europei. Si potrebbe prendere come esempio la Francia o la Germania. In Germania per ogni figlio a carico, la famiglia percepisce 195 Euro al mese.Praticamente avendo 2 figli, questa famiglia percepisce dallo stato 390 Euro al mese netti fino ai 18 anni.Poi il capo famiglia lavoratore viene sceso dalla scala tasse di circa due punti pagando meno tasse,risparmiando in media circa 80 euro al mese,questa somma come detto e una media. percio una famiglia con due figli avrebbe tutti i mesi circa 470 Euro netti in piu rispetto alla famiglia senza figli.Questo indipendentemente la situazione finanziaria della famiglia.
Commento inviato il 2016-02-21 15:40:33 da mario da francoforte
1 2
CERCA
TUTTOMERCATO