L'Fmi teme che la crisi cinese possa frenare la ripresa. Promossa l'Italia
Immagine
Le economie emergenti potrebbero diventare la nota dolente della ripresa economica mondiale. Lo si evince da un documento del Fondo Monetario Internazionale in vista dei lavori del G20 di Ankara, nel quale si rileva che nel primo semestre del 2015 la crescita globale, calata rispetto ai tre mesi precedenti, “resta moderata”, a fronte di un “ulteriore rallentamento delle economie emergenti e una debole ripresa nelle economie avanzate”. ”In un contesto di crescente volatilità dei mercati finanziari, flessione dei prezzi delle materie prime, indebolimento dei flussi di capitale in entrata e deprezzamento delle valute dei mercati emergenti, i rischi per le prospettive sono saliti, soprattutto per i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo”.



Guardando all'area euro “i dati preliminari sul secondo trimestre sono stati in qualche misura più deboli del previsto, con una sorpresa negativa in Germania”, a fronte di “una crescita superiore al previsto in Italia, Irlanda e Spagna”. Secondo l'istituzione di Washington, l'Italia rientra nel gruppo di quei paesi dove l'economia dovrebbe segnare un'accelerazione nel biennio 2015-2016.
2015-09-03 09:10:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO