Manovra, sconto fiscale per gli abbonamenti di bus e treni
Immagine
Detrazioni fiscali per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. È quanto si legge in una bozza della manovra, che potrebbe essere oggetto di ulteriori limature. Nel testo che l'Ansa ha potuto visionare si fissa la detraibilità dall'imposta lorda al 19% per un importo delle spese non superiore a 250 euro all'anno. I fondi per il contratto della Pa salgono inoltre a 2,9 miliardi dai quali però vanno sottratti gli 1,2 miliardi già presenti a legislazione vigente. Confermata la proroga del bonus mobili anche per il 2018: detrazione del 50% delle spese per l'acquisto di mibili ed elettrodomestici con un tetto a 10 mila euro. Arriva infine la sospensione dei tributi per residenti e imprese dell'isola di Ischia colpita dal terremoto del 21 agosto.
2017-10-23 14:09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



5 commenti presenti
Finalmente sembra che arrivi un provvedimento sensato come la detrazione per i trasporti. Sono spese cospicue sostenute dai tanti che sono costretti ad andare ad abitare lontano dai centri urbani dove case ed affitti sono inavvicinabili. E questo potrebbe anche spingere ad abbandonare l'auto con i gravi problemi di inquinamento che abbiamo. Però la detrazazione dovrebbe essere molto maggiore e si dovrebbe finanziare il potenziamento dei mezzi pubblici che almeno a Roma sono del tutto inadeguati ed inaffidabili.
Commento inviato il 2017-10-23 16:01:18 da dcbruno
I mezzi pubblici fanno una tale pena che non li prenderei nemmeno gratis!
Commento inviato il 2017-10-23 17:17:57 da kimir
Anni fa già era possibile detrarre parte delle spese per abbonamenti mensili treno più mezzi pubblici, per cui niente di nuovo e rilevante, sono semmai gli importi da detrarre il ridicolo, visto che vi è il limite a 250 euro e con 250 euro al giorno d'oggi ci copri si e no appena il 50% delle spese annuali... i soliti conti che non tornano alla Padoan/abituati.
Commento inviato il 2017-10-23 18:04:00 da Domenico Proietti
il padoan ogni giorno che passa ne inventa una pur di non perdere la poltrona alle prossime, follemente ridicolo.
Commento inviato il 2017-10-23 18:24:04 da vasfran
Siamo all'elemosina di Stato. Siano i datori di lavoro a pagare gli abbonamenti ai dipendenti.
Commento inviato il 2017-10-24 12:46:27 da minnamor
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO