Padoan alla Ue: l'Italia ha diritto di chiedere flessibilità. Ma Juncker: regole vanno rispettate
Immagine Pier Carlo Padoan
L'Italia chiede «una gestione della politica fiscale più flessibile in base a regole che l'Europa ha stabilito, non che ci stiamo inventando». Lo ha detto il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in un incontro con George Osborne all'Aspen, dopo le tensioni di ieri tra il premier Matteo Renzi e il Ppe«Lo sforzo» sulle riforme portato avanti dall'Italia, ha precisato Padoan, «ci dà diritto» alla flessibilità sui conti pubblici in Europa.

«Ci auguriamo che la risposta sull'ammissibilità delle nostre richieste sia sciolta presto per evitare di continuare ad avere un'incertezza che non aiuta la crescita», ha proseguito il ministro del Tesoro. «L'impostazione di politica economica del governo quest'anno e negli anni successivi non cambia», e punta su riforme strutturali e investimenti pubblici «che permetteranno di utilizzare le clausole di flessibilità. L'Italia - ha insistito - chiede entro i margini di utilizzarli, non chiede nulla di incompatibile con quelle regole. L'Italia non chiede ulteriore flessibilità, non stiamo chiedendo nulla di nuovo rispetto a quanto previsto dalla legge di stabilità», ha sottolineato ancora spiegando di aver letto alcune dichiarazioni in proposito. Padoan ha quindi parlato di «compatibilità assoluta» tra la politica economica e la tenuta dei conti pubblici: «il deficit si riduce e da quest'anno comincerà a calare anche il debito».

L'Italia ha dato il suo ok all'accordo sui tre miliardi per i profughi in Turchia nel corso della riunione degli ambasciatori dei 28 a Bruxelles. Nello sciogliere la sua riserva tuttavia, Roma «si attende che la Commissione Ue usi un approccio coerente non prendendo in considerazione ai fini del calcolo del deficit l'intero dei costi sostenuti dall'Italia dall'inizio della crisi in Libia». Questo quanto si legge in una dichiarazione allegata alla decisione.

Ma dalla Ue arriva una replica del Presidente della Commissione, Jean Claude Juncker: «È giusto che la Commissione esamini i bilanci degli Stati come previsto dai Trattati. Svolgerà il suo ruolo senza seguire stupide politiche di austerità. Le flessibilità sono ampiamente sufficienti da permettere bilanci che comprendano il rispetto delle regole».


Nell'incontro con George Osborne all'Aspen Padoan ha anche toccato il tema banche: «Permettetemi di sollecitare il nostro sistema bancario e finanziario ad approfittare di una Ue più forte e integrata», ha detto. «La capital market union - ha aggiunto - è una grande opportunità per il nostro Paese e per il nostro sistema bancario per adeguarsi alla nuova dimensione europea». 
2016-02-03 11:45:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



10 commenti presenti
""""L Italia ha il diritto di chiedere piu flessibilita""" Ma che bravi che siamo. La flessibilita l abbiamo gia ricevuta dall Europa.Ora ritorniamo sul vecchio ritornello.Non bastano le forte critiche fatte da Monti e da letta sul comportamento di Renzi, ora inizia anche Padoan a dare numeri.Anche Prodi si mette le mani tra i capelli.Mamma mia che dilettanti abbiamo alla guida del nostro governo.Mi chiedo non impariamo mai.Vogliamo augurarci che questi signori non portino l Italia áncora di piu sull billico di un burrone.Accidenti, abbiamo sempre le persone sbagliate in posti di grande responsabilita.Prodi sarebbe stato la persona giusta,politico di grande rilevanza internazionale, riconosciutagli dall Europa stessa e anche dall ONU. Un personaggio politico di grande carisma.Il resto, beh, lasciamo perdere che e meglio.
Commento inviato il 2016-02-03 12:10:50 da mario da francoforte
PADOAN RIFA il verso del suo padrone. Facite la faccia feroce
Commento inviato il 2016-02-03 17:28:54 da giulioconsole1
Ai soliti che criticano a prescindere faccio notare che l'Italia non chiede l'elemosina, come stanno facendo i tedeschi che per bloccare i profughi siriani in Turchia chiedono soldi a mezzo mondo, ma chiede solamente che le spese effettuate per salvare dei naufraghi non vengano considerate come passivo di bilancio. E' difficile da capire? Ed a qualcuno che addirittura rimpiange Prodi faccio notare che se l'Italia e' considerata in ambito UE un paese di serie B lo dobbiamo proprio a lui, per averci fatto entrare nella moneta unica con un cambio assurdo, e per aver consentito che Germania e Francia la facessero da padrone con accordi commerciali che ci hanno fatto diventare una colonia dove si comprano solo prodotti di provenienza francese, tedesca e dei paesi bassi, ecc. Finalmente abbiamo un premier che ha alzato la testa e che si fa sentire, e che non ha la vocazione del pecorone come molti forumisti sembrano avere.
Commento inviato il 2016-02-03 16:48:24 da maurizio macold
Braaaavo :piu`flessibilita`per l`Italia =continuare a fare ancora piu` debiti!! Certo! finanziare la casta politico/ amministrativo piu`cara d`Europa e allo stesso tempo quella piu`scadente i soldi non ci basteranno mai! Incominciasse qui`a dare il buon esempio il nostro veneratissimo Presidente della Republica,che per la sua Reggia ( Quirinale) spende annualmente 7 ( sette) volte di piu`del suo collega tedesco! :30 milioni di Euro annui del presidente tedesco, contro i :228.000.000 del nostro presidente. chisa`per quale motivo!Mistero tutto italiano!
Commento inviato il 2016-02-03 15:44:14 da santo
Grecia : l'esempio di quello che può accadere in Italia. Prepariamoci al "ricatto" di Bruxelles ... "Dentro o fuori Ue" ... scegliete voi!
Commento inviato il 2016-02-03 14:50:55 da Roberto20
Ma Renzi non ha affermato che va tutto bene? Che l´economia é in ripresa? Che la disoccupazione é calata? E che il debito pubblico é contenuto nei limiti prescritti? Allora o lui o i rappresentanti della commissione economica europea stanno mentendo. In ognuo dei due casi c´é poco da stare allegri!!!!
Commento inviato il 2016-02-03 14:05:09 da wellington
Padoan chiede flessibilita' dalla Ue vita natural durante, uguale cosa potevano chiederla dalle banche tutte quelle aziende che son fallite dall'inizio della crisi economica. Bruxelles ha ragione nel chiudere i rubinetti una volta buona per tutte, i falliti quando son falliti son finiti.
Commento inviato il 2016-02-03 13:02:33 da vasfran
""Padoan alla Ue: l'Italia ha diritto di chiedere flessibilità"" Ritengo che l'Italia, al contrario, abbia il diritto che il governo intervenga seriamente contro la corruzione: 60 MILIARDI ANNUI (dato della corte dei conti)!!! E poi vogliamo parlare degli affitti delle case di Roma? Danno da 100 milioni annui!!! ecc., ecc., Bisogna smetterla di andare avanti nascondendo le porcherie e volendo intervenire con altro debito!!!!! Un quotidiano nazionale ha fatto i conti che la somma dei soldi della corruzione nei vari decenni é oltre al debito pubblico che ha attualmente l'Italia!!
Commento inviato il 2016-02-03 12:40:31 da rmazzol
Quando richiedono più flessibilità, il gatto e la volpe, vorrebbero dall'Europa il permesso di fare ulteriori debiti, oltre a quelli che già fanno. Loro dicono che questi debiti servono per rilanciare l'Italia. Mi spiegano come regalando 500 euro ai diciottenni o regalando 500 milioni ai cinematografari possa rilanciare l'Italia?
Commento inviato il 2016-02-03 12:26:36 da giovdett
Mi permetto di rispondere al sig.Macold.La Germania non chiede elomosina a nessuno non ne ha proprio bisogno il suo bilancio economico e in attivo, al contrario del nostro paese.Visto la situazione economice dell Italia, dovremmo stare molto attenti prima di criticare volgarmente l Europa,cosa che sta facemndo il nostro premier, questa condotta dimostra la debolezza di Renzi che non porta nessuna argomentazione valida o accettabile.Sono 2 anni che Renzi e al governo. Dove si trova l Italia????. Poi per Prodi,dovremmo tutti essere grati a lui per la difficile operazione che e stato costretto a fare, questo per fare entrare l Italia nella zona Euro. Se poi noi italiani non siamo stati capaci di valutare in positivo questo passaggio, non si deve dare la colpa a Prodi.Noi siamo maestri nel dare la colpa sempre agli altri.Peccato per il nostro meraviglioso paese, che mi manca molto.
Commento inviato il 2016-02-03 21:08:41 da mario da francoforte
CERCA
TUTTOMERCATO