Pensione a 67 anni, ecco la platea. In 80 mila dovranno rinviare l’uscita
Immagine
di Luca Cifoni
Cinque mesi in più al lavoro, anche se proprio non del tutto imprevisti. La legge che lega la data della pensione all’evoluzione dell’aspettativa di vita è stata votata nel 2010 e poi confermata e perfezionata con la riforma Fornero dell’anno successivo. L’adeguamento dei requisiti era già stato applicato due volte, nel 2013 (3 mesi fissati in anticipo, anche se i dati demografici avrebbero detto 5) e nel 2016 (4 mesi). Che nel 2019 ci sarebbe stato uno ulteriore scatto in avanti era noto a...

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



2017-10-24 23:55:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



6 commenti presenti
La questione pensioni, in Italia, è una giungla inestricabile. Un mondo pieno di ingiustizie, truffe, illegalità diffuse mai seriamente perseguite. Le disparità di trattamento, anche per lo stesso tipo di lavoro sono troppe. Le disparità fra settore pubblico e privato sono vergognose. La Sig.ra Fornero (se signora possiamo definirla) merita disprezzo e ripulsa. Il bilancio dello Stato, pericolante anche per il fattore pensioni, va sistemato CON EQUITA' e non creando figli e figliastri. Le distorsioni sono state create dalla politica, dalle loro lobby e dai sindacati. Chi meno fa più riceve. Le tutele per i meno abbienti sono inesistenti, le pensioni alte e altissime NON vengono mai toccate, per carità, si potrebbero creare dei "vulnus". Però, rubare anni di vita (riforma Fornero) non ha creato "vulnus", secondo la Corte Costituzionale. Il nome di un paese che fa schifo sotto l' argomento pensionistico e assistenziale ? L' Italia !
Commento inviato il 2017-10-25 07:54:22 da egocentrico
L'INPS ritarda sempre di più il periodo in cui deve pagare le pensioni sperando che i pensionandi schiattino prima così risparmia... in questo modo però la popolazione lavoratrice si invecchia, produce meno e male e i giovani che non trovano lavoro se la gente non va in pensione, fuggono all'estero. Però i nostri politici prendono il vitalizio dopo due anni... c'è altro da dire???
Commento inviato il 2017-10-25 11:34:06 da luigi_67a
L'allungamento della vita media viene già calcolato, nel sistema pensionistico, tramite la riduzione dei coefficienti di trasformazione. In altri termini il meccanismo contabile (lo spiegava bene qualche settimana addietro la Prof.ssa Fornero in una trasmissione su la7 da Floris)funziona così: se tu vivi cinque mesi di più, con tutto quello che hai messo da parte (il montante contributivo)dovrò darti cinque rate di pensione in più e quindi l'importo va ridotto in base quegli indici che dipendono dall'aspettativa di vita. Discorso perfettamente logico. Detto questo, però, non è logico posticipare anche l'età di accesso alla pensione. Perché se mi mandi in pensione cinque mesi più tardi non è vero che riscuoto cinque rate in più, anzi verso cinque mesi in più di contributi e quindi dovrei prendere qualcosa in più, non in meno. In altri termini correttezza vorrebbe che l'adeguamento dei coefficienti di trasformazione sia ALTERNATIVO E NON CUMULABILE con l'allungamento dei requisiti d'accesso. Altrimenti quello si chiama gioco delle tre carte!
Commento inviato il 2017-10-25 11:35:41 da mariano1956
Il problema è che la gestione delle pensioni è fatta per far quadrare il bilancio, non per assicurare una pensione dignitosa ai lavoratori, cosa che avrebbe più senso! Poi, se a questo si sommano le pensioni "facili" elargite a stranieri anziani che si "ricongiungono" fittizziamente ai loro figli in italia solo per prendere la pensione sociale che gli permette di campare da signori a casa loro....e poi tutte le altre pensioni erogate a chi ha sempre lavorato in nero non pagando tasse e contributi e pertanto fruirà della "sociale" a scrocco di quelli onesti. Se scorporassero le pensioni dall'assistenzialismo statale (pensioni sociali,cassa integrazione ecc.) l'INPS sarebbe in ultra attivo!
Commento inviato il 2017-10-25 12:49:48 da skywalker58
Non e' l'Italia come nazione a fare schifo ma coloro che l'hanno ridotta cosi'ovvero i nostri politici.
Commento inviato il 2017-10-25 14:57:58 da lv1963
Un affare per la lobby dei cassamortari : si va in pensione praticamente a 68 anni dopo un paio di anni per i statali si prende se in vita la liquidazione, i privati nisba perche c'e' il fallimento ad hoc : ecco il loculo e funerale pagato cash : per quelli piu' fortunati grande bisbocciata e godimento dell'agognata liquidazione dopo tanti anni di duro lavoro con il pannolone ed il catetere e lunghi giri col girello-
Commento inviato il 2017-10-26 20:56:43 da arobbiola1
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO