Pil, per il primo trimestre l'Istat prevede una crescita minima dello 0,1%
Immagine
di Carlotta Scozzari
Prospettive non particolarmente incoraggianti per la crescita economica italiana. A metterle nero su bianco è l'Istat, che nella nella nota mensile pubblicata il 9 marzo scrive: "In un quadro di indebolimento della ripresa globale, l’economia italiana è attesa evolversi a ritmi moderati anche nel primo trimestre del 2016". In particolare, l'Istat, per i primi tre mesi dell'anno in corso, stima un incremento del Pil dello 0,1% rispetto all'ultimo trimestre del 2015.

"All’incremento del Pil - è il commento dell'istituto nazionale di statistica - contribuirebbero positivamente i consumi privati, a fronte di un apporto negativo della domanda estera netta e dei consumi pubblici mentre la dinamica degli investimenti (al lordo delle scorte) risulterebbe sostanzialmente piatta. In questo scenario - prosegue l'Istat - la crescita acquisita per il 2016 è pari allo 0,4%".

L'Istat fa sapere inoltre che "gli ultimi dati mostrano un miglioramento dell’occupazione, soprattutto quella a tempo indeterminato, favorita anche dai provvedimenti di sostegno alle assunzioni". A questo proposito, l'Istat fa sapere che "per la metà delle imprese manifatturiere che hanno dichiarato un aumento dell’occupazione tra gennaio e novembre 2015, gli esoneri contributivi hanno costituito un elemento rilevante. Anche il nuovo contratto a tutele crescenti sembra aver esercitato un ruolo positivo, seppure con minore intensità".
2016-03-09 16:30:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA
APPROFONDIMENTI

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
TUTTOMERCATO