Pil, l'Istat stima un aumento dello 0,9% nel 2016 in linea con la Ue
Immagine
Nel 2016 il Pil italiano è aumentato in termini grezzi dello 0,9% rispetto al 2015. Lo rende noto l'Istat in base alla stima flash, precisando che il dato corretto per gli effetti di calendario segna invece un aumento dell'1,0% (nel 2016 vi sono state due giornate lavorative in meno rispetto al 2015).

Nel Documento programmatico di bilancio di ottobre scorso, il governo ha stimato per il 2016 un rialzo del Pil (in termini grezzi) dello 0,8% dopo lo 0,7% del 2015. Il dato di oggi è quindi leggermente superiore alle stime italiane e in linea invece con quelle Ue.

La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei settori dell'industria e dei servizi e di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura. Dal lato della domanda, sottolinea l'Istat, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta. Il dato diffuso oggi sul 2016 è «molto provvisorio», spiegano all'Istituto di statistica. I risultati dei conti nazionali annuali per il 2016 saranno diffusi il prossimo primo marzo, mentre quelli trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali verranno comunicati il 3 marzo.

Nel quarto trimestre del 2016 il Pil italiano corretto per gli effetti di calendario destagionalizzato, è aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell'1,1% nei confronti del quarto trimestre del 2015. Lo rende noto l'Istat nelle prime stime. Il quarto trimestre del 2016 ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due in meno rispetto al quarto trimestre del 2015. Il dato mostra un lieve rallentamento rispetto al terzo trimestre, chiusosi a +0,3%.

La variazione acquisita del Pil per il 2017 è pari a +0,3%. Lo calcola l'Istat in base alle stime preliminari sull'andamento dell'economia italiana nel 2016. La crescita acquisita è quella che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno.
2017-02-14 10:21:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



1 commento presente
A meno del 2% la disoccupazione cresce. Nulla da celebrare. La minicrescita servirà solo ad aumentare l'utilizzazione degli impianti. Nessun effetto sugli investimenti.
Commento inviato il 2017-02-15 10:46:40 da minnamor
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO