Il Pil torna a salire: + 1,4% nel 2017, la crescita più alta da 7 anni
Immagine
Nella media del 2017 il Pil è aumentato dell'1,4% rispetto all'anno prima. Lo rileva l'Istat nella prima stima sulla crescita in termini grezzi, basata su dati trimestrali. Bisognerà però aspettare il primo marzo per conoscere il dato di riferimento per la politica economica. Le previsioni del Governo indicano un +1,5%. Quanto al dato corretto per gli effetti di calendario segna un rialzo dell'1,5% (nel 2017 ci sono state due giornate lavorative in meno del 2016). L'Istat precisa come il dato sul Pil annuo che sarà diffuso il primo marzo sia frutto di un'elaborazione più complessa, a cui si lavorerà nelle prossime due settimane. Quindi, per cautela, occorre chiarire che non si possono escludere dei risultati un pochino diversi. Anche se c'è una regolarità empirica per cui il dato annuo non è molto diverso da quello che deriva dalla somma dei quattro trimestri, fanno notare i tecnici dell'Istat. Ecco perché il dato annuo effettivo, come di tradizione, sarà quello del primo marzo, quando l'Istituto di statistica darà anche le stime su deficit, debito, pressione fiscale e tutti gli altri parametri relativi ai conti nazionali. Guardando alle principali indicazioni per il Pil del 2017, il Governo nella nota di aggiornamento al Def ha stimato un +1,5%. Lo stesso ha fatto la Commissione Ue nelle previsioni rilasciate qualche giorno fa. Un aumento dell'1,5% è stato poi riportato nel bollettino economico della Banca d'Italia. Ancora prima aveva indicato questo tasso lo stesso Istat. Invece alla fine dello scorso mese l'Upb, l'Ufficio parlamentare di bilancio, aveva valutato una crescita all'1,4%. Più in là è invece andato l'Fmi che, in occasione del forum economico di Davos, ha aggiornato la stima alzandola all'1,6%. In ogni caso si tratta della crescita più alta da 7 anni a questa parte. Per il 2018 è già acquisito un aumento dello 0,5%.
2018-02-14 10:51:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



20 commenti presenti
1 2
HA HA HA HA HA.....ma de che ?!
Commento inviato il 2018-02-14 11:09:39 da wellington
Ma come mai questi mirabolanti miracoli economici succedono solo sotto elezioni ???
Commento inviato il 2018-02-14 13:02:59 da sscipionelafricano
Questi di ISTAT, ovviamente su disposizioni del governo, danno letteralmente i numeri. Poiché sono solo capaci a dare dei numeri a caso, ci dessero almeno qualche numero da giocare al lotto, per fare una bella quaterna.
Commento inviato il 2018-02-14 13:35:55 da egocentrico
Certo, e il 3 marzo il pil aumenterà a dismisura! Ma che invenzioni sto PD! Farebbe di tutto per farci credere di aver governato bene quando invece ha solo dato "mancette" elettorali, tipo gli 80€ e il bonus di 500€ ai diciottenni, ma solo a loro, i 19enni possono rimanere ignoranti! Ma che vadano a spacciare asinerie nel paese dei balocchi!
Commento inviato il 2018-02-14 15:00:01 da skywalker58
IL PIL è al + 1,4, contro quello preventivato 1.5, ma restiamo sempre gli ultimi in Europa e questo non lo dicono, manco se li prendi a pernacchie...!!! Hanno previsto anche un PIL a + 1,3 nel 2018, ma secondo me è sola pia illusione., salvo inversione di tendenza Governativa...!!!
Commento inviato il 2018-02-14 15:19:15 da paoluccio46
Se fosse vero consolamoce coll'aglietto. Ma..... chi l'ha vista questa asserita ripresa? Boh!
Commento inviato il 2018-02-14 17:01:52 da volterra
bè, visto come cresce l'europa qualche briciola toccherà pure a noi
Commento inviato il 2018-02-14 21:00:49 da franchino1
Come gli sbarchi che sono diminuiti ma Frontex dice che sono aumentati...
Commento inviato il 2018-02-14 23:16:14 da d_rm
come la firma sul contratto degli italiani di ieri sera a porta a porta anche questa del PIl è una bufala. Fake news è più fashion. Negli altri paesi il PIL viaggia al doppio del nostro, disoccupazione in Germania al 3% salari dei metalmeccanici 30% più alti dei colleghi italiani e Renzi con le 80 euro sembra sia stato l'artefice di questo + 1,4%. E' vero che chi siede al vertice dell'Istat tiene famiglia per cui deve dire che va tutto bene o male a seconda di chi comanda. Trilussa sulla statistica aveva un'idea precisa.
Commento inviato il 2018-02-15 07:56:17 da ancomarzio1978
Che buffoni ,incapaci e incompetenti.Si pensano che dicendo queste baggianate a pochi giorni dell'elezioni , il cittadino cambi opinione .Avete distrutto il paese , vergogna...! A casaaaaaa ! M5s FOREVER.Unico movimento credibile.
Commento inviato il 2018-02-14 12:17:17 da ciao772
Ottimo.
Commento inviato il 2018-02-14 12:07:55 da rosssanelli
Piu' vicine le elezioni, piu' pressante la propaganda. Sulla spaventosa disoccupazione neanche un beo, ovviamente.
Commento inviato il 2018-02-14 11:10:33 da obermann
pil sale ma precari aumentano e prezzi del mattone scivolano sempre più basso........la giostra informazione elettorale,,,funziona
Commento inviato il 2018-02-14 11:41:25 da fatti neri
Ahhhahhhhahhhhhahhh!!! Mi associo alla risata di Wellington. In questi ultimi 17 giorni che ci separano dalle elezioni ci saranno ogni giorno bellissime notizie:sconfitto il cancro, disoccupazione ai minimi storici, migranti quasi tutti rimpatriati e delinquenza zero. Continua la propaganda del regime. Ancora 17 giorni a Caporetto!!!
Commento inviato il 2018-02-14 11:45:59 da TonyGiampy
Sempre più disperati.
Commento inviato il 2018-02-14 11:48:48 da mircen
Roba da matti! Certe notizie "ad orologeria" offendono la capacità di intendimento dei lettori che - grazie a Dio - non sono talmente imbecilli da credere a queste sciocchezze. Con questo, mi unisco, concordando nella maniera più assoluta, ai commenti degli altri lettori wellington ed obermann.
Commento inviato il 2018-02-14 11:52:49 da ayrton
Ma inventatevene un'altra, che carnevale e' finito..
Commento inviato il 2018-02-14 11:55:26 da nick86
Negli ultimi 40 anni il PIL ha sempre avuto dei giganteschi balzi in avanti in prossimità delle elezioni. Il continuo ricorso a questi mezzucci la dice lunga sulla pochezza dei nostri uomini (si fa per dire) politici.
Commento inviato il 2018-02-14 11:55:33 da Dino1946
IL problema è sempre quello: il Pil misura la ricchezza di una nazione, magari, ma non certo il benessere delle persone, inteso come lavoro, consumi, etc. I grandi economisti classici non sapevano nemmeno cosa fosse il Pil. Poi sono arrivati gli Usa economisti e l'0ahnno propagandato. Guarda caso in Cina, India, il Pil è a due cifre, ma non mi pare che le popolazioni delle due nazioni ,a parte i privilegiati miliardari, godano di benessere . Poi i dati Istat in Italia bisogna prenderle con le pinze: Trilussa docet.
Commento inviato il 2018-02-14 12:01:16 da ghorio di roccaforte
paoluccio46 proprio TU grillino ti appelli al pil per voto? per pil dovremmo tutti votare per flat tax,,,unica via per farlo salire. te lo ha spiegato bene ghorio di roccaforte che il pil non c'entra nulla con la qualità della vita, welfare, giustizia, sicurezza, ambiente ect
Commento inviato il 2018-02-16 13:51:51 da fatti neri
1 2
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO