Renzi esulta per il pil: «I gufi stanno a zero»
Immagine
«I numeri dimostrano che l'Italia è tornata. Non la lasceremo in mano ai catastrofisti che godono quando le cose vanno male». Lo scrive su Facebook il premier Matteo Renzi commentando la crescita del pil dello 0,8% nel 2015. «Avviso: post urticante per gufi e talk», premette. Poi afferma: «Con questo Governo le tasse vanno giù, gli occupati vanno su, le chiacchiere dei gufi invece stanno a zero».

«Il deficit è sceso per la prima volta da anni sotto il 3%: quest'anno abbiamo fatto il 2,6% (miglior risultato degli ultimi dieci anni). E nel 2016 scenderemo ancora», sottolinea poi Renzi. Il premier cita fonti dell'Istat sul deficit e assicura l'impegno del governo perché il rapporto tra deficit e pil continui a scendere anche il prossimo anno.

«Il boom del JobsAct è impressionante. Nei due anni del nostro Governo abbiamo raggiunto l'obiettivo di quasi mezzo milione di posti di lavoro stabili in più. E Inps ricorda come siano aumentati i contratti a tempo indeterminato nel 2015 di qualcosa come 764.000 unità!», sottolinea ancora Renzi.

2016-03-01 14:21:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA
CERCA
promo
TUTTOMERCATO