Pubblico impiego, dal Consiglio di Stato ok alla riforma ma con osservazioni
Immagine
Con il decreto legislativo che riscrive le regole del pubblico impiego il governo ha concluso poche settimane fa la  definizione della riforma della PA portata avanti da Marianna Madia, ministra della Pubblica amministrazione. Ora su quel testo arriva il parere «favorevole» del Consiglio di Stato, che però è accompagnato da «osservazioni e raccomandazioni». Fermo restando «l'apprezzamento generale» secondo i magistrati di Palazzo Spada sarebbe stato «auspicabile un intervento ancor più organico e completo», proprio perché ci sono «spiccati caratteri di innovatività».

Il Consiglio di Stato ricorda poi come  questo provvedimento «nel consolidare a livello normativo il principio della cosiddetta tutela reale» abbia inteso «porre fine ad una annosa quérelle» sul diverso trattamento nella P.A. rispetto al privato, relativamente all'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. In particolare viene esclusa  «l'applicazione delle regole del lavoro privato a quello pubblico per quanto attiene alla disciplina del licenziamento».
2017-04-21 17:46:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



1 commento presente
La differenza deve esistere..quando tanti anni fa si entrava nella p.a. si faceva un giuramento.non mi sembra che lo si faceva nel privato!!!!Il privato mira al profitto il pubblico al benessere della società..se poi questo ha delle disfunzioni ..beh... si devono correggere!!!!
Commento inviato il 2017-04-21 19:58:46 da jola
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO