Vianini, l'utile balza a 10,9 milioni. Nominato il nuovo cda
Immagine Il marchio di Vianini Industria
I risultati di Vianini nel 2016 «sono stati piuttosto brillanti, la nuova mission ha pagato in questo primo esercizio e ritengo pagherà in futuro», anche considerata «la tendenza di andamento migliore delle compravendite» immobiliari. A spiegarlo è stato il presidente della società che fa capo al gruppo Caltagirone, Albino Majore, nel corso dell'assemblea degli azionisti. 

Il gruppo Vianini ha chiuso l'esercizio 2016 con un risultato netto positivo per 10,9 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 488 mila euro dell'esercizio precedente, per effetto dell'acquisizione del gruppo Domus e della contestuale focalizzazione delle attività nel settore immobiliare. 

L'assemblea ha dato il via libera al bilancio 2016 e alla distribuzione del dividendo, approvando inoltre la nomina del nuovo consiglio di amministrazione, che sale da cinque a otto membri. Il board risulta quindi composto da sette componenti della lista di maggioranza espressi da Caltagirone spa (l'attuale presidente Albino Majore, Elena De Simone, Marco Longo, Massimiliano Capece Minutolo Del Sasso, Malwina Kozikowska, Luigi Rossetti e Cristina Sgubin) e da uno della lista di minoranza che fa capo a G.L. Investimenti (Lupo Rattazzi). Il dividendo che verrà distribuito ammonta a 5 centesimi per azione, in forte aumento rispetto ai due centeismi distribuiti lo scorso anno.
2017-04-21 16:48:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO