Alitalia, nuovo piano pronto a fine febbraio
Immagine
(Teleborsa) - Il nuovo piano industriale di Alitalia sarà pronto alla fine di questo mese. Oggi si è riunito il Consiglio di Amministrazione della compagnia aerea per esaminare le valutazioni degli advisor sul piano industriale targato Cramer Ball. Nel corso della riunione, durata oltre 3 ore, Roberto Colaninno ha presentato le dimissioni già annunciate ieri ai vertici. "Spetterà all'azionista Cai proporre un nuovo membro del consiglio", fa sapere il CdA che ha preso atto delle dimissioni. Inoltre "sarà presto indicato il successore per la consigliera indipendente Antonella Mansi". Il Consiglio di amministrazione, "è stato aggiornato sul lavoro dell'advisor Roland Berger che sta redigendo una valutazione indipendente del piano di rilancio della compagnia". Il CdA "ha convenuto che il piano rivisto sarà presentato alla fine del mese". Il board è stato inoltre aggiornato dall'Amministratore Delegato, Cramer Ball, sulla situazione finanziaria di Alitalia. L'Ad ha spiegato che "la Compagnia è in linea con l'obiettivo di arrivare a una riduzione dei costi di almeno 160 milioni di euro nel 2017", così come annunciato nella riunione del Consiglio di Amministrazione di gennaio.
2017-02-16 20:30:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



1 commento presente
Non conosco il nuovo piano industriale,perciò è difficle prenderne posizione. Però se si conferma il taglio per 160 milioni di Euro e questo nel corrente anno, presige nulla di buono.Io ho già su questo argomento scritto diversi post in quanto è una materia che sveglia il mio interesse.Un grande paese quale è l Italia, ha il DIRITTO di avere una compagnia aerea che meriti questo nome.Ho sempre scritto che con 23 aerei per il lungo raggio, sono pochi per non dire pochissimi.Confrontandoli con Lufthansa (127 aerei solo lungo raggio)Poi stanno arrivando i primi Airbus 350 lungo raggio, dei 35 prenotati, aerei delle nuovissima generazione.L Alitalia ha bisogno di forti investimenti che vanno nell ordine di diversi miliardi di dollari, altrimenti vedo nel medio tempo la bancarotta della compagnia di bandiera.Gli aerei non si devono pagare in contanti (In questo caso si potrebbero avere forti sconti sul prezzo base) , si possono contrattare anche nella forma Leasing.Poi ci vuole un Management degno di questo nome,che conosca molto bene questo vettore. Infatti la concorrenza nei cieli è molto forte, per non dire quasi criminale.Solo le compagnie aeree con forti fondi possono stare a galla.
Commento inviato il 2017-02-17 10:33:15 da mario da francoforte
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO