Caduta verticale di Mattel a Wall Street, pesa la trimestrale
Immagine
(Teleborsa) - Aggressivo avvitamento per il produttore statunitense di giocattoli, che tratta in perdita del 10,51% sui valori precedenti. Driver principale del ribasso sono i conti del quarto trimestre che si è chiuso con una perdita ben superiore alle previsioni. Il rosso è pari a 32 centesimi per azione contro i 17 centesimi stimati dagli analisti.  In contrazione anche le vendite a causa della debole domanda dei rivenditori per marchi chiave come Barbie e Fisher-Price e ai grossi sconti per eliminare il magazzino rimasto dopo la stagione delle festività. Il fatturato è sceso del 15% e si attesta a 735,6 milioni (794 milioni le stime di consensus). Il primo produttore di giocattoli del mondo ha infine rivisto al ribasso le stime di crescita delle vendite per l'esercizio. La situazione di medio periodo di Mattel resta tendenzialmente ribassista. Tuttavia, esaminando il grafico a breve, sarebbe lecito iniziare a dubitare della possibilità della fase ribassista di estendere. E' atteso dunque un miglioramento verso l'alto della curva che incontra il primo ostacolo a 23,64 dollari USA. Supporto visto a quota 21,91. Ulteriori spunti rialzisti favoriscono un nuovo target stimato verosimilmente in area 25,37.   Le indicazioni non costituiscono invito al trading. (A cura dell'Ufficio Studi Teleborsa)
2017-04-21 17:15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO