Donald Trump finisce nel mirino della Magistratura USA
Immagine
(Teleborsa) - Donald Trump finisce nel mirino della Magistratura USA. I procuratori generali del Maryland e del Distretto di Columbia sarebbero pronti a citare oggi in giudizio il Presidente statunitense per aver violato la Costituzione. Lo riporta il Washington Post che spiega che il tycoon sarebbe accusato di essersi avvalso della sua posizione per ottenere benefici finanziari per milioni di dollari da governi stranieri.  La denuncia si basa sul fatto che "questi milioni in pagamenti e benefici da governi stranieri" sarebbero stati ricevuti quando Trump già era in corsa per la Casa Bianca. La causa, la prima intentata da enti governativi, si fonda sul fatto che il Presidente USA abbia scelto di mantenere la proprietà delle sue imprese anche dopo essere diventato presidente e quindi non abbia abbia separato la sua attività privata di uomo d'affari da quella di presidente, come aveva invece promesso.  Il tycoon ha trasferito il controllo delle sue aziende a due dei suoi figli, Donald Jr ed Eric, per evitare possibili conflitti di interesse durante il suo mandato.    
2017-06-12 13:00:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO