Manovra, nella lettera dell'UE all'Italia "rischio inadempienza" e focus su pensioni
Immagine
(Teleborsa) - L'UE torna a bacchettare l'Italia per lo "scostamento" dei conti pubblici dagli obiettivi del Patto di stabilità, che rischia di mettere in mora il nostro Paese e far aprire formalmente la procedura di infrazione, per ora scongiurata. E' quanto emerso dalle comunicazioni della Commissione europea sul Pacchetto di autunno, che si concentrano soprattutto sul nodo pensioni e mitigano i toni in vista delle prossime elezioni. Queste comunicazioni non sembrano preoccupare il Governo, che secondo quanto riferito da fonti interne al Ministero dell'Economia, "è fiducioso che attraverso il dialogo costruttivo con la Commissione potranno essere chiariti i diversi punti di vista, senza la necessità di ricorrere ad ulteriori interventi". La Commissione Europea, oggi, ha confermato che l'Italia ed altri 4 Stati (Belgio, Austria, Portogallo e Slovenia) rimangono "a rischio di inadempienza" poiché mantengono una "significativa deviazione" rispetto al percorso di risanamento dei conti concordato. Per il Belgio e l'Italia, viene anche proiettata l'inosservanza delle regole sulla riduzione del debito. "Nel caso dell'Italia, il persistere dell'elevato debito pubblico rimane motivo di preoccupazione", sottolinea la Commissione europea, aggiungendo che "intende effettuare una nuova valutazione sull'adempienza da parte dell'Italia in merito ai requisiti sulla regole dal debito a primavera 2018". Le perplessità nutrite da Bruxelles verso i conti pubblici italiani prendono forma nella lettera inviata a Roma dal vicepresidente Valdis Dombrovskis e dal Commissario agli Affari economici Pierre Moscovici.  In particolare, Dombrovskis ha messo in guardia l'Italia dai rischi sulla sostenibilità di lungo termine derivanti dalla parziale attuazione delle riforme già varate sul sistema pensionistico. Il vicepresidente sollecita dunque Roma ad "attenersi alle riforme", proprio mentre si discute con le parti sociali una revisione della Riforma Fornero. Pronta la risposta viceministro all'economia Enrico Morando, che replica "abbiamo un impegno col presidente della Commissione a presentare gli emendamenti entro stasera".
2017-11-22 17:15:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO