Petrolio, prezzi in calo mentre continua a crescere la produzione
Immagine
(Teleborsa) - La IEA (International Energy Agency), stima che la domanda di greggio globale sarà quest'anno di 1,4 milioni di barili al giorno, superiore a quella del 2017, mentre prevede che per la fine dell'anno le estrazioni negli USA raggiungeranno quota 11 milioni di barili al giorno.

Ciò vuol dire che la produzione americana sarebbe in grado da sola di soddisfare l'aumento della domanda. Tuttavia i prezzi del petrolio continuano a scendere alla luce degli ultimi dati aggiornati sulla produzione negli USA: la settimana scorsa l'output ha superato 10 milioni di barili al giorno.

Nel suo Oil Market Report, il Dipartimento dell'Energia di Washington, ha evidenziato che a gennaio le forniture globali di greggio hanno raggiunto a 97,7 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno con un incremento di 1,5 milioni di barili giornalieri dovuti al fatto che la ripresa della produzione statunitense ha rafforzato la produzione non-OPEC. Il cartello ha, invece, mantenuto una produzione di 32,1 milioni di barili al giorno.

Al momento, i futures sul West Texas Intermediate (WTI) cedono l'1% a 58,72 dollari mentre quelli sul Brent perdono lo 0,64% a 61,94 dollari.

2018-02-13 16:00:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO