Piazza Affari è la peggiore in Europa a metà giornata. Pesano i bancari
Immagine
(Teleborsa) - La Borsa di Milano si conferma in deciso ribasso ed in fondo alla classifica delle borse europee, che confermato tutte segni meno, dopo una partenza tentennante. Giornata dedicata alle scadenze tecniche, anche a fronte dei pochissimi dati macro in agenda. La performance è dettata dai bancari oggetto di realizzi.  L'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile su 1,065. Torna a salire lo spread, attestandosi a 186 punti base, con un aumento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,17%. Tra i mercati del Vecchio Continente fiacca Francoforte, che mostra un decremento dello 0,41%, si mantiene tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,27%, vendite su Parigi, che registra un ribasso dello 0,93%. Giornata "no" per la Borsa italiana, in flessione dell'1,23% sul FTSE MIB. Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ben impostata Mediaset, che mostra un incremento dell'1,50%, su voci di un accordo per la vendita di Premium a Sky.  Guadagno moderato per CNH Industrial, che avanza dello 0,62%. Le più forti vendite si registrano sui bancari, in particolare BPER, che prosegue le contrattazioni a -4,69%. Male anche UBI Banca, che registra un importante calo del 2,88% e Banco BPM del 2,84%. Da segnalare Unicredit (-1,11%) dato che oggi scade il termine per la trattazione in borsa dei diritti sull'aumento di capitale.  Tonfo di Saipem, che mostra una caduta del 2,99%. Fra le società a media capitalizzazione si segnala Mondadori, che arretra di oltre il 5%, in seguito ad un downgrade.
2017-02-17 14:15:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO