Alitalia, Di Maio: «No alla nazionalizzazione vecchio stile»
Immagine Aerei Alitalia in pista
«La nazionalizzazione old style» di Alitalia «non è fattibile per tutta una serie di norme europee che io vorrei ridiscutere, ma in questo momento affrontiamo la questione Alitalia con le scadenze che ci sono». Lo ha detto a chiare lettere il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio a proposito del dossier della compagnia aerea rispondendo in Senato dopo l'approvazione del decreto dignità. «È evidente che per questo governo deve restare un vettore dello Stato italiano legato a realtà produttive italiane e allo stesso tempo voglio sincerarmi con i cittadini del fatto che non vogliamo mettere altri soldi dei contribuenti, ce ne sono già abbastanza. Dobbiamo razionalizzare la spesa e fare in modo che i partner possano portare avanti delle sensibilità politiche e non solo le regole del business», ha concluso Di Maio.
2018-08-07 16:22:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



3 commenti presenti
IO vorrei sapere quando la finite di fare propaganda , un giorno il ministro dei trasporti vuol fare una compagnia italiana al 51% cioe nazionalizzare , il giorno dopo Di Maio smentisce quanto detto dal ministro , questo è un fotoromanzo a puntate , quando tempo ancora vi dobbiamo sopportare ? la misura è colma.
Commento inviato il 2018-08-07 18:09:09 da micietto
Ah beh.... se lo stile è nuovo...
Commento inviato il 2018-08-08 07:46:08 da monorchio
SE una compagnia aerea straniera potrebbe inteeressarsi a collaborare con Alitalia, non l`ho fa certamente per sensibilità politiche. queste cooperazioni si fanno con regole finanziarie e per il business. Strano che questo non riesce ad antrare nelle vostre teste.Fatte attenzione a qullo che fate, io vi ho votato.
Commento inviato il 2018-08-11 10:23:55 da mario da francoforte
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO