Banche, Patuelli (ABI): «Italia scelga l’Ue o rischia di fare la fine dell’Argentina»
Immagine Banche, Patuelli (ABI): «Italia scelga l’Ue o rischia di fare la fine dell’Argentina»
(Teleborsa) - La crisi d'identità dell'Occidente ed i nazionalismi/protezionismi, i costi delle crisi bancarie e la regolamentazione, l'Unione bancaria ed il ruolo delle banche come motore di sviluppo economico e sociale. Sono queste le tematiche principali affrontate da Antonio Patuelli, Presidente dell'ABI, l'associazione bancaria, nella sua Relazione annuale 2018, presso il Palazzo dei Congressi a Roma.

Qualche numero

Patuelli ha fornito qualche numero che testimonia la solidità del settore bancario: le sofferenze che si sono ridotte a circa 50 miliardi di euro dai 90 del picco del 2015, i crediti deteriorati che sono scesi a 135 miliardi dai 200 miliardi del 2015, il rafforzamento patrimoniale che ha portato a 70 miliardi di aumenti di capitale e "colossali continui" accantonamenti.

"Proseguiamo questi sforzi. Però ogni aumento dello spread impatta su Stato, banche, imprese e famiglie, rallentando la ripresa", ha sottolineato il Presidente dell'ABI.

Il 2017 è stato l'anno della ripresa del settore bancario, che ha accelerato sui prestiti a famiglie ed imprese, incrementandoli di oltre il 2% su base annua, anche nel Mezzogiorno.

Un cenno anche al ruolo della tecnologia e dell'innovazione, che "offrono nuovi spazi e nuovi rischi", implicando anche un grande impegno per la tutela dei dati personali.


Le conseguenze della grande crisi

La grave crisi ha profondamente colpito l'Occidente, che è divenuto "insicuro perfino dei suoi principi", alimentando tendenze al nazionalismo e protezionismo sul modello di quello americano. "Vengono messi in discussione i principi e le regole della società aperta, del mercato libero, regolato e competitivo", ha sottolineato Patuelli.

Tutto ciò deriva da problematiche economiche e sociali trasformatesi in "malattie morali", che si traducono in difformità normative, soprattutto in economia: gli Stati Uniti verso un protezionismo isolazionista e l'Europa verso la disgregazione,ha spiegato il Presidente, tracciando un quadro lucido dell'attuale situazione.

L'Unione bancaria e l'Italia

Ricordando che il peso della crisi l'hanno sopportato soprattutto le banche, il numero uno dell'Associazione bancaria ha rilanciato sull'importanza dell'Unione bancaria, altrimenti si ricadrebbe "nei gorghi di un nazionalismo mediterraneo molto simile a quelli sudamericani".

Di qui, l'opportunità di garantire un mercato concorrenziale con regole identiche, Testi unici di diritto bancario, finanziario, fallimentare, penale". "La concorrenza è indispensabile e necessità di regole identiche in Europa, con uguali punti di partenza, altrimenti diviene conflitto", ha affermando Patuelli.

Il peso delle crisi bancarie ha portato a due salvataggi ed una nazionalizzazione ed è stato gravoso per le banche italiane, che hanno dovuto sopportare "forzosi sforzi miliardari per le risoluzioni" (12 miliardi sono stati spesi per i salvataggi). Di quì l'importanza di far luce sulle responsabilità delle crisi.

Le riforme e la trasparenza

La sfida del futuro è rappresentata dalla "trasparenza", che consentirà di prevenire nuove crisi bancarie e ripristinare la fiducia verso il settore bancario, quale motore di sviluppo economico e sociale.

Ma sono cruciali anche le riforme: dal diritto fallimentare alla riforma della giustizia.

 
2018-07-10 10:45:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



25 commenti presenti
1 2 3
Eccone un altro, che, obbedendo ai consigli che gli arrivano dall' alto, fa dichiarazioni dando dei consigli a questo Governo molto simili a vere e proprie minacce... il sistema si muove, devono garantire ai loro signori e padroni che almno resti stabile, se proprio non riesce a far aumentare le loro rendite! Costoro non accettano che qualcuno possa scegliere altre strade, per risollevare il proprio paese, che prescindano dalle posizioni finanziarie acquisite con l' inganno e consolidate dalla debolezza del precedenti governi. Quindi,dopo Draghi e Juncker, dopo la Lagarde, ecco ptuelli, a minacciare velatamente questo Governo legittimo!
Commento inviato il 2018-07-10 11:37:58 da sognatore romanista
Questo "signore" è stato più volte oggetto di interviste da parte delle jene e di altri programmi come la gabbia e sollecitato a rispondere su questioni imbarazzanti è sempre stato evasivo e sfuggente come si confa' agli esponenti dei poteri forti che salvaguardando il proprio ricco orticello.... Un altro galantuomo.
Commento inviato il 2018-07-10 13:53:17 da CLOD70
ha ragione Pattuelli, vuole dire che con il QE di draghi e le sue rotative digitali, le banche hanno potuto diminuire artificialmente i loro tossici debiti, quindi...una bella palla al piede con la sigla QE. Inoltre Partuelli non accenna a dire che il far parte di questa Ue, per l’italiano medio e’ stata la rovina, straordinariamente con la Ue e con l’euro ne hanno benefeciato solamente 390 mila super miliardari, di cui questi detengono vergognosamente il 70% della ricchezza totale del paese, a dispetto dei 15 milioni di cittadini italiani, che… in 16 anni di Ue e moneta dei furbacchioni, quest'ultimi si sono ulteriormente impoveriti, e milioni di loro han perso il lavoro. Eccome se ci stiamo dirigendo verso l'abisso, altro che argentina.
Commento inviato il 2018-07-10 14:11:24 da pascone
@ig84, se io dovrei studiare la storia, tu dovresti guardare la realta' con gli occhi di chi la subisce, e non con quelli di chi ci specula sopra! Siamo gia' in una dittatura, ma non e' politica, bensi' finanziaria. Studia cosa vuol dire captive demand, e poi ci risentiamo...
Commento inviato il 2018-07-10 14:24:20 da sognatore romanista
Fa bene a citare la morale: tutta la "finanza organizzata " è immorale, poiché vale solo il profitto alla faccia di tutti e di tutti., come nei casinò. Mi stupisce che non abbia menzionato quanti soldi abbiano "cacciato fuori" i semplici cittadini, dai 20 miliardi per il Monte dei Paschi, ai bidoni rifilati ai risparmiatori. Paolo Diamante Roma
Commento inviato il 2018-07-10 14:30:23 da prudentissimo
@ L'ITALIA RISCHIA UNA CRISI ARGENTINA? il Presidente dell'Abi Patuelli parla senza cognizione di causa. L'Argentina ha 43 milioni di abitanti e un Pil annuo di 600 miliardi di euro circa e senza un solido apparato economico. L'Italia ha 60 milioni di abitanti e un Pil annuo di 1700 miliardi di euro circa e un solidissimo apparato economico sul territorio. In caso di crisi monetaria l'Italia puo' gestire l'emergenza. Inoltre l'Italia come Paese singolo ha una riserva aurea di 2451 tonnellate d'oro, seconda solo agli Stati Uniti, mentre la Germania avrebbe una grossa riserva aurea aleatoria e non certificabile. Quindi il paragone di Patuelli su Italia e Argentina e' improponobile e fuorviante. Tuttavia se problema di tenuta economica esiste, va ricercata in coloro che amministrano le banche del Paese. Sono loro il problema.
Commento inviato il 2018-07-10 15:36:10 da armando2000
Classico Terrorismo Mediatico e Sociale...... L'Argentina ha fatto la fine che ha fatto perchè principalmente per le Speculazioni "Esterne" dei paesi "Democratici" e il Debito protratto con l'FMI (IFM) ..... come è successo con noi e Berlusconi che non voleva fare debiti con l'FMI ma le speculazioni contro l'Italia e contro la Fininvest lo hanno fatto fuori per far venir Monti dove la prima cosa è stata fare debiti con l'FMI che poi si ricollega alla Troika (Commissione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale)..............
Commento inviato il 2018-07-10 17:34:33 da eucitizen
LA Grecia non poteva essere salvata con un poco.La Grecia era indebitata paurosamente.Se non fosse intervenuta l`Europa e la BCE mettendo sul banco greco, tanti ma tanti miliardi di Euro, sarebbe stato per la Grecia una catastrofe senza fine. Se noi non saremo attenti faremo la stessa fine della Grecia.Il nostro debito pubbico, sta giorno per giorno paurosamnte aumentando. Se poi mettiamo in calcolo i programmi economici della lega e dei 5 stelle. Beh vedo nero, e vedo purtroppo, arrivare la TROIKA come aveva già pronosticato il prof.MONTI.
Commento inviato il 2018-07-10 18:32:09 da mario da francoforte
un capo dell'associazione banche che si è fatto sfilare da sotto il naso miliardi e miliardi di euro senza aver trovato UN responsabile, non può dare lezioni ad altri, non è credibile, minimo non dovrebbe ancora essere a capo di questa associazione, massimo, dovrebbe essere in galera per manifesta incompetenza. Come può uno così, parlare al paese ? come dire che il responsabile della sicurezza di una banca, dopo la rapina del secolo, non solo rimane in servizio, ma stia anche lì a suggerire come fare per non farsi rapinare un'altra volta, ma va là !
Commento inviato il 2018-07-11 05:47:43 da mallus
Patuelli è un terrorista economico. L'uscita dall'Euro sarà come la svalutazione del 1992 del 20%. L'ultimo periodo di sviluppo e piena occupazione dell'Italia prima della catastrofe dell'Euro. Ma ignorare la storia economica e ignorare le esperienze di paesi con la sovranità monetaria è il trucco delle oligarchie europeiste.
Commento inviato il 2018-07-11 11:57:06 da minnamor
Grande presidente. Avrei anchio come altri lettori del forum una domandina semplice, lei sta nel posto chiave dal 98, con accesso a informazioni riservate tipo sub-prime ,bonds con garanzie diciamo "blande " , domanda, lei dove stava ? su marte ? e poi sta ancora li al suo posto ? se questo é ilcaso , é grave ,perché incompetente ammesso e non concesso puo capitare , un incompetente va rimosso. Il terribile sospetto é malafede e complicitá . Buon lavoro se mai potra fare un "buon lavoro "
Commento inviato il 2018-07-11 13:26:12 da Flipper
Patuelli ci dica su che base quantifica il suo pontificato, anche perché sicuramente col suo stipendio se ne sarà si e no accorto, ma tutti gli altri che si sono trovati l'euro in mano, moneta gemellata con quella del monopoli (hanno lo stesso valore) abbandonandolo la moneta europea e stampandone di suo una parallela o addirittura di Stato, altro non potrà che fare che pagarci debiti e insoluti e ne avanzerà sempre e comunque dell'altra da dare alla gente e insieme far muovere l'economia e abbassare il Pil. Non mi si venga a dire che Patuelli certe cose non le sa, se invece cosi è renda i suoi lauti stipendi e vada a imparare quel che non sa!
Commento inviato il 2018-07-10 13:52:06 da Domenico Proietti
Patuelli? si presenti alle elezioni, se vince può dire la sua
Commento inviato il 2018-07-10 13:41:10 da 30597
Patuelli, in un paese normale finirebbe i suoi giorni in galera a capo dell'abi dal 1998, cosa ha controllato di tutte le truffe organizzate dalle banche nei confronti dei cittadini?
Commento inviato il 2018-07-10 13:14:30 da padania1
È importante che anche il presidente dell'associazione bancaria italiana lo dica ufficialmente. Ma credo che chiunque abbia un minimo di capacità d'intendere lo sapeva già, che lo spettro è l'Argentina, stato in bancarotta strutturale.
Commento inviato il 2018-07-10 11:54:23 da Opinionator
Concordo, anzi penso peggio dell'Argentina, molto peggio.
Commento inviato il 2018-07-10 11:56:59 da ig84
al sognatore romanista ricordo che anche quello di mussolini era un governo legittimo. Si svegli dal sonno e studi la storia anche.
Commento inviato il 2018-07-10 12:10:19 da ig84
Farà la fine dell'Argentina? ...cioè? ...che vor' dì? ...che sarà eliminata agli ottavi di finale? ...embè! ...sempre meglio che niente! ;-)
Commento inviato il 2018-07-10 12:31:58 da Cartesio
ha ragione Pattuelli, vuole dire che con il QE di draghi e le sue rotative digitali, le banche hanno potuto diminuire artificialmente i loro tossici debiti, quindi...una bella palla al piede con la sigla QE. Inoltre Partuelli non accenna a dire che questa il far parte di questa Ue, in italia ne hanno benefeciato 390 mila super miliardari, di cui questi detengono vergognosamente il 70% della ricchezza del paese, a dispetto dei 15 milioni di cittadini italiani, che in 16 anni di Ue e moneta dei furbacchioni, quest'ultimi si sono ulteriormente impoveriti e milioni di loro han perso il lavoro. Eccome se ci stiamo dirigendo verso l'abisso, altro che argentina.
Commento inviato il 2018-07-10 12:36:32 da vasfran
ha ragione Pattuelli, vuole dire che con il QE di draghi e le sue rotative digitali, le banche hanno potuto diminuire artificialmente i loro tossici debiti, quindi...una bella palla al piede con la sigla QE. Inoltre Partuelli non accenna a dire che il far parte di questa Ue, per l’italiano medio e’ stata la rovina, straordinariamente con la Ue e con l’euro ne hanno benefeciato solamente 390 mila super miliardari, di cui questi detengono vergognosamente il 70% della ricchezza totale del paese, a dispetto dei 15 milioni di cittadini italiani, che… in 16 anni di Ue e moneta dei furbacchioni, quest'ultimi si sono ulteriormente impoveriti, e milioni di loro han perso il lavoro. Eccome se ci stiamo dirigendo verso l'abisso, altro che argentina.
Commento inviato il 2018-07-10 12:44:23 da vasfran
1 2 3
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO