Flat tax, cosa è
Immagine
La Flat tax (tassa piatta) è una delle idee che hanno caratterizzato la campagna elettorale del centrodestra e una delle misure previste dal contratto di governo siglato da M5S e Lega. E' anche una delle misure più costose da finanziare.

LEGGI ANCHE Flat tax, Bagnai: per le famiglie rinviata al 2020

Il nuovo modello di tassazione per famiglie e imprese che il nuovo governo progetta di introdurre prevede due aliquote, una al 15% per i redditi fino a 80mila euro e una al 20% per i redditi superiori (attualmente le aliquote sono 5 dal 23% al 43%). La Flat tax ha un costo di circa 50 miliardi di euro, secondo l'ideologo leghista che l'ha teorizzata Armando Siri. Anche l'Osservatorio sui conti pubblici di Carlo Cottarelli stima una spesa di 50 miliardi.

I dettagli dell'operazione vanno ancora definiti ma a far da contraltare alla riduzione delle tasse ci sarebbe l'abolizione della gran parte delle detrazioni fiscali oggi in vigore. Resterebbero in vita solo deduzioni fiscali da 3.000 euro per ogni componente del nucleo familiare. Altro punto fermo riguarda il reddito familiare: sarà questo (e non quello individuale) la base per il calcolo delle tasse da pagare. L'aliquota del 15 o 20% si applicherebbe a tutto il reddito, mentre con il sistema attuale a ogni scaglione di reddito si applica una aliquota diversa.

Il neo ministro dell'Economia Giovanni Tria, per finanziare almeno in parte la Flat tax, sarebbe disposto anche a far aumentare l'Iva, facendo scattare le clausole di salvaguardia. Il contratto di governo tuttavia prevede che l'Iva non aumenti. Bisogna tener conto che per la neutralizzazione dell'aumento dell'Iva, che in mancanza di interventi scatterebbe il prossimo gennaio, servono 12,5 miliardi.

La Flat tax consentirebbe risparmi significativi di imposte ai redditi più alti, mentre i redditi più bassi non avrebbero grandi benefici e in alcuni casi rischierebbero di pagare di più. Per questo è prevista una clausola che consente di optare per il vecchio regime nel caso con il nuovo sistema un contribuente si trovasse a dover pagare più tasse.

 
2018-06-04 11:50:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



5 commenti presenti
I robin Hood al contrario. Rubano ai poveri per dare ai Ricchi. Sta flat tax così com'è è una truffa alle famiglie oneste. E poi meno male che sono per le famiglie.
Commento inviato il 2018-06-04 15:04:58 da luigi65
Per dare respiro ai redditi medio bassi basterebbe aumentare la quota di reddito esente.....fissando un limite di applicabilità ai redditi fino a 60-80 mila euro.
Commento inviato il 2018-06-04 17:11:06 da mauix
se ho capito bene , una famiglia con coniugi ambedue lavoratori pagheranno in base alla somma dei loro redditi senza poter sottrarre le deduzioni ad oggi in essere. Il cumulo è stato cancellato anni fa e se andiamo a fare i conti esatti non credo che i salari medi vedranno dei benefici;se consideriamo i redditi sopra gli 80.000 si assisterà a un notevole aumento delle separazioni coniugali. Quello che mi preoccupa è che visto il notevole grado di educazione civica italica ci sarà la fuga dalle richieste di ricevute fiscali varie ( medici,edili,...etc)
Commento inviato il 2018-06-04 17:24:06 da biglucio
L'intenzione della Flat Tax dovrebbe essere quella di favorire e generare un aumento delle assunzioni da parte dei datori di lavoro(le cui ditte pagherebbero molto meno tasse) e in parallelo un aumento dei consumi come conseguenza di una percezione di maggiore fiducia nell'economia da parte dei consumatori. Qualora invece le ditte non utilizzassero il denaro risparmiato in tasse per assumere tenendolo invece in banca o altresi' investendolo e i cittadini facessero altrettanto,la Flat Tax fallirebbe il suo ambizioso obiettivo di stimolare l'economia e il tutto si risolverebbe in un costosissimo " buco nell'acqua" da tappare poi con le solite,ben note controversiali misure.
Commento inviato il 2018-08-13 17:21:46 da Etipareva?
UNA truffa pe i più poveri e un regalo ai ricchi. Questo grazie alla Lega sempre fautrice delle disuguaglianze sociali come al tempo della rivoluzione francese. I ricchi pranzavano con bignè e dolci i poveri con il pane raffermo quando c'era
Commento inviato il 2018-08-14 14:35:41 da giulioconsole1
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO