L'irritazione del Carroccio: flat tax, non decide Di Maio
Immagine
IL RETROSCENA ROMA L'invasione di campo di Luigi Di Maio sul terreno della flat tax non è stata gradita in casa Lega. Matteo Salvini, parlando con i suoi, se la cava con una battuta per sdrammatizzare: «Sono giorni in cui tutti chiacchierano però nessuno si offende». Ma sentir dire al leader 5stelle come sarà la riforma fiscale bandiera dei lumbard momentaneamente semi ammainata (il prossimo anno riguarderà solo gli autonomi), a molti leghisti non è andata giù. «Di Maio sostiene...

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



2018-09-16 00:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO