Pensioni, ipotesi rimborsi in titoli di Stato
Immagine Pier Carlo Padoan
di Luca Cifoni e Michele Di Branco
Non a tutti, e non tutto insieme. E forse nemmeno in contanti. Il governo sta studiando l'ipotesi di restituire ai pensionati gli aumenti arretrati in titoli di Stato. In questo modo verrebbero neutralizzati gli effetti sul deficit rilevante ai fini europei, anche se naturalmente lo Stato dovrebbe fare più debito per onorare i propri impegni. Resta la necessità di trovare le risorse finanziarie fresche per garantire l'effetto della mancata rivalutazione 2012-2013 per gli anni a venire, e questo avverrà con la prossima legge di Stabilità.



LA PLATEA

L'esecutivo sta procedendo per tappe. Il primo obiettivo è definire in modo esatto l'impatto finanziario della sentenza della Consulta e quindi sul piano giuridico definire nuove modalità di rivalutazione che permettano di rispettare il pronunciamento dei giudici, limitando però l'impatto sui conti pubblici. Poi, una volta fissata la platea dei pensionati teoricamente interessati, andrà messo a punto un provvedimento che regoli il passato, ovvero sostanzialmente la restituzione degli arretrati; mentre il reperimento dei fondi per gli anni dal 2016 in poi potrebbe essere appunto definito il prossimo autunno.



IL TESTO IN GAZZETTA

Per le pendenze degli anni passati l'idea è non solo provvedere a rate, ma anche utilizzare titoli di Stato. La stessa scelta fu fatta quasi venti anni fa, quando il governo Dini dovette fronteggiare (in realtà con un certo ritardo) gli effetti di due sentenze della Corte costituzionali in materia di pensioni di reversibilità e trattamenti integrati al minimo. Anche allora la situazione dei conti pubblici era delicata, vista la necessità di convergere verso la moneta unica. Il conto in quel caso era di ventimila miliardi di lire, i pensionati coinvolti quasi un milione.



Le somme non riconosciute furono inserite dall'Inps nelle successive rate di pensione; quanto agli arretrati però il pagamento venne dilazionato in sei annualità, e la “moneta” offerta furono titoli di Stato negoziabili: per i pensionati c'era quindi la possibilità di realizzare comunque la somma, pur se con le incertezze legate agli andamenti dei mercati finanziari. Tornando al presente, le decisioni del governo dovrebbero arrivare in tempi relativamente rapidi, al massimo entro qualche settimana. Proprio ieri sera è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale la sentenza depositata la settimana scorsa, che quindi è ora ufficialmente in vigore.



IL RUOLO DELL'INPS

La domanda che si pongono gli interessati è come muoversi per ottenere le somme perse in questi anni: importi non indifferenti visto che tra l'altro l'inflazione effettiva riconosciuta per i due anni - e destinata a trascinarsi anche sulle annualità succesive, è risultata piuttosto alta: 2,7 e 3 per cento. Concretamente, l'opzione più ragionevole in questa fase è attendere che il governo maturi il proprio orientamento. A seguito di un eventuale provvedimento legislativo, sarebbe poi l'Inps con una propria circolare a definire gli aspetti più pratici ed eventualmente a prendere contatto con i pensionati interessati o con i loro eredi.
2015-05-07 06:11:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



24 commenti presenti
1 2 3
Perchè solo a noi... Vorrebbero sanare pagandoci con titoli di stato...!!!! Ma perchè solo a noi pensionati, farci questa cortesia? A questo punto farei la stessa cosa trasformando \"l\'intero stipendio\" di parlamentari, e tutti gli alti funzionari di stato, direttori, presidenti di societò statali e così via. Se quei \"soldi\" sono buoni per i pensionati lo sono, a maggior ragione, anche per loro!!! Se questa azione serve per tentare di salvare \"la baracca\", dovrebbero essere i primi a partecipare!!!!!
Commento inviato il 2015-05-07 09:48:15 da kronplatz
fare presto e bene!! Sigg.Zanetti,Padoan,Monti,Fornero ecc.ecc.per trovare i soldi da dare ai pensionati che ne hanno diritto si fa presto!!!Volte che vi dia io un consiglio? Prima diminuitevi i vs stipendi, poi andate a prendere i soldi dai dipendenti delle regioni che hanno truffato soldi pubblici in fesserie, togliete a tutti quanti i politici sia che condannati o no i vitalzi.Fare così si fa presto a fare cassa.!!
Commento inviato il 2015-05-07 17:01:25 da Lauvit.i
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
Ma non per tutti \" non è costituzionale \". \" Ma non per tutti\" non è costituzionale è scritto nella costituzione che tutti i cittadini sono eguali davanti la legge.Un giornalista dovrebbe saperlo, un avvocato dovrebbe saperlo, un laureato dovrebbe saperlo,un diplomato (ho i miei dubbi) ma dovrebbe saperlo.
Commento inviato il 2015-05-07 19:29:59 da giacomosu
ghe pensi mi...diceva ridolini. e i pensionati che ora si lamentano guardi che premier era il tecnico monti, o professore, e una prof di nome elsa fornero ha firmato come ministro il tutto avallato da re giorgio: il cavaliere non lo tiri in ballo, grazie.
Commento inviato il 2015-05-07 15:53:26 da fatti neri
che dire la pensione deve essere coperta dai contributi versati via le pensioni d\'oro via i vitalizi via i carrozzoni dello stato che ci affossano
Commento inviato il 2015-05-07 15:46:12 da maradusol
IO PENSO...... Io penso sia giusto restituire ai pensionati fino a 35.000 euro i soldi ingiustamente trattenuti e farlo in maniera rapida perchè i soldi servono e subito. Per gli altri andrebbe bene invece restituirli con titoli di stato o cose simili perchè per questi ultimi non farebbe differenza averli o non averli. Spero che il mio pensiero sia giusta e che pertanto venga eseguito come è è giusto che sia.
Commento inviato il 2015-05-07 10:24:44 da casciotti
Quando devono prelevare lo fanno cash, ovvero moneta contante! Le ritenute sono in contanti? Chissà se le bollette si possono pagare con i titoli di stato e magari anche l\'affitto di casa?
Commento inviato il 2015-05-07 10:46:38 da sandro it
grottesco ed esilarante per rispettare i parametri che ci impone la germania, si affama il popolo italiano e si calpestano i diritti dei cittadini- surreale-nel medio evo per molto meno la gente si sarebbe ribellata e messo nel pentolone il vescovo( magari tedesco anche allora)ma poi c\'e\' stata...la liberte\'...capirai...
Commento inviato il 2015-05-07 11:27:39 da riziero
le bollette si possono pagare con i titoli di stato certo che si, basta venderli a trance da 1000 euro sul mercato aperto dalle 10:00 alle 16:30 ai cittadini pagando una commissione bancaria e si incassa anche il rateo maturato. ovviamente il prezzo implica una perdita o un guadagno rispetto al momento di acquisizione che viene nel caso tassato come plusvalenza al 12,50% come il rateo. in caso di perdita ci sono tre anni di tempo per compensare la somma vendendo in fase di guadagno. consiglio vendite a trance parziali del capitale, fissando, in quanto il vostro ordine rimane attivo durante tutta la giornata del mercato che chiude alle 17:00, sempre un limite minimo alla vostra offerta di vendita,,,visto mai proprio quel giorno si registra un picco a ribasso,,,tenterete il giorno dopo. unica attenzione, alla valuta: se il titolo viene liquidato in valuta estera il rischio diventa tipo azionario....quindi chi vuole sonni tranquilli si deve accontentare di basse rendite in euro o al max rimanere su valute forti come dollaro ect, cosa che ora non conviene visto il calo della nostra valuta e il mancato rialzo dei tassi della fed, che tiene alto il valore delle loro obbligazioni. buon proseguio
Commento inviato il 2015-05-07 11:38:56 da fatti neri
Fornero paghi in tribunale. Stato criminale che DERUBA tanti pensionati e poi sentenzia che non restituira\' il maltolto se non in infruttuosi titoli di Stato. Il tutto mentre la Fornero corre libera tra i prati invece di pagare in prima persona, lei e Rigor Montis, per lo sconcio perpetrato. La galera!
Commento inviato il 2015-05-07 11:50:38 da Zakrello
i danni di ridolini saranno per decenni ...ghe pensi mi...diceva ridolini. e i pensionati che ora si lamentano, abboccavano.
Commento inviato il 2015-05-07 12:51:43 da bungabunga
E\' una questione anche di correttezza Devo dire che le pensioni da 500 a 1000 euro servono a soddisfare i bisogni primari, da 1000 a 2000 servono ad alimentare i lavori in nero, da 2000 in poi fanno ripartire l\'economia. Personalmente non appartengo a nessuna di queste fasce, ma devo dire con rabbia e l\'incompetenza di questi politici nei confronti di chi ha diritto a pensioni alte ha giustificazioni.
Commento inviato il 2015-05-07 13:14:14 da lugar1
1 2 3
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO