Spread, il governo gioca d'anticipo: Tria accelera la revisione del Def
Immagine Spread, il governo gioca d'anticipo: Tria accelera la revisione del Def
di Marco Conti
IL RETROSCENA ROMA Fare in fretta. Aggiornare quanto prima il Documento di economia e finanza per rassicurare gli investitori che dalla primavera scorsa navigano a vista non sapendo in che direzione il governo intende portare il Paese. Questa l'intenzione che sta maturando a palazzo Chigi dove si attende con una certa ansia il rientro del ministro dell'Economia Giovanni Tria dalla Cina, come il verdetto che oggi darà l'agenzia di rating Fitch sul debito italiano. Il timore di una tempesta finanziaria, annunciata dal...

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



2018-08-31 00:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



6 commenti presenti
La finanza organizzata, quella casa da gioco chiamata Borsa ancora una volta scherza col fuoco. I valori azionari sono "numeri" scritti su un dispaly digitale, solo le persone e le cose sono vere, reali. Alcuni ancora non capiscono che portare all'esasperazione è sempre fonte di grossi guai. Che il Cielo li consigli! Paolo Diamante Roma
Commento inviato il 2018-08-31 09:09:33 da prudentissimo
Povero prudentissimo...la storia non ti ha proprio insegnato che i grandi capitali cadono sempre in piedi e che nei grandi sconvolgimenti e sempre la gente normale a pagarne il prezzo?certi commenti sembrano piu propri di adolescenti rivoltosi che di gente matura e consapevole
Commento inviato il 2018-08-31 12:29:50 da lorenzovan
Che i grandi "cadono sempre in piedi" è un bonmot che suona bene ma è falso. Cito solo un caso: Lehman Brothers 2008. In quell'anno fu eletto Obama che regolamentò il mercato bancario. Oggi il popolo dei furbi protesta contro Obama. I potenti che "cascano sempre in piedi" si fregano già le mani...
Commento inviato il 2018-08-31 14:40:53 da ammianus
Arivogliamo i comunisti che Berlusconi ha debellato.
Commento inviato il 2018-08-31 14:56:22 da agostino dalla Germania
Tria è stato in CINA a pregarli di prendersi in carico almeno una parte del nostro debito pubblico. I cinesi hanno risposto picche aggiungendo(col pensiero) che,secondo la loro tebella di marcia l'Italia entro il 2050 sarà semplicemente una provincia CINESE.-Infatti,mentre noi imbecilli guardiamo all'arrivo di quei quattro gatti neri dall'Africa, i cinesi si stanno allargando a macchia d'olio dappertutto,conquistando i nostri mercati e quindi noi.-Salvini vada in giro per MILANO anzichè fare sparate idiote!I suoi figli i suoi nipoti saranno dipendenti di società cinesi!
Commento inviato il 2018-08-31 17:28:26 da skypapo@tiscali.it
si CARO AMMIANUS...ma fu la solita eccezione che conferma la regola...e normalmente anche nei grandi fallimenti i DG siritirano con milioni di dollai o euro di buonuscita e gli impiegati normali perdono pure il TFR....CVD
Commento inviato il 2018-09-01 17:00:27 da lorenzovan
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO