Atac, Mit: immotivato ogni allarme di interruzione servizio
Immagine
(Teleborsa) - Immotivato qualsiasi allarme di interruzione del servizio di trasporto dell'Atac, la società concessionaria del trasporto pubblico di Roma Capitale. Lo assicura il Mit, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti spiegando che la lettera inviata era solo "una comunicazione nell'ambito delle normali interlocuzioni tra le due amministrazioni".

"La lettera interviene, dopo la precedente proroga di sei mesi dell'iscrizione di Atac al Registro Elettronico Nazionale (REN), iscrizione per la quale è necessaria l'idoneità finanziaria. Scaduti i sei mesi, il Ministero informa, infatti, della possibilità di presentare gli atti e i documenti necessari entro i prossimi due mesi, quindi altri 60 giorni, al fine di mantenere l'iscrizione al Registro, necessaria per l'esercizio delle imprese di trasporto. Immotivato quindi qualsiasi allarme di interruzione del servizio". La scadenza slitta dunque al 30 maggio.

Alla società dei trasporti capitolina, in procedura di concordato preventivo presso il Tribunale Fallimentare di Roma, manca il requisito dell'idoneità finanziaria a causa di una fideiussione scaduta, che al momento, sarebbe complicato riottenere. "Se il concordato va in porto il problema dell'iscrizione al Ren è risolto", spiegano dal Campidoglio, mentre al Ministero si parla di una possibile apertura di credito eccezionale.

2018-04-17 09:30:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI NOTIZIA

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



0 commenti presenti
CERCA
promo
Facile.it
TUTTOMERCATO